.:: Unioncamere ::.



Home > Formazione-lavoro > Eccellenze in Digitale 2016
Eccellenze in Digitale 2016
uploaded/Generale/Attivita/Formazione Lavoro/Eccellenze in Digitale/digitalizzatori2_1.jpg

Borse di studio “Made in Italy: Eccellenze in digitale” – è un progetto promosso da Unioncamere e da Google con il comune intento di favorire la digitalizzazione delle imprese e delle filiere produttive del Made in Italy per accrescerne la competitività sui mercati nazionali ed esteri.

Per la seconda edizione del progetto, sono 132 i digitalizzatori, giovani laureandi e laureati selezionati e formati, che per 9 mesi collaboreranno con 64 Camere di commercio.

Compito degli “evangelizzatori” digitali è quello di realizzare sui territori di riferimento un’azione intensiva di sensibilizzazione, promozione, affiancamento e supporto organizzativo alle imprese.

Beneficiarie sono le imprese che operano in specifici settori e  filiere: agroalimentare (con le sue varie articolazioni – incluse quelle con ricadute sulla filiera dell’accoglienza, oltre ad un numero significativo di produzioni tipiche e di ‘nicchia’), artigianato (incluse le produzioni dell’artigianato artistico), tessile/abbigliamento, arredo e sistema casa, altre produzioni tipiche manifatturiero del Made in Italy (carta, giostre, nautica, ecc.).

“Made in Italy: Eccellenze in Digitale” si fonda dunque su due dei principali ambiti di intervento delle Camere di commercio: lo sviluppo del territorio e sostegno alle PMI e lo sviluppo della formazione e orientamento al lavoro in particolare verso le giovani generazioni.
 
Le Camere di commercio che hanno aderito all’iniziativa:

Agrigento; Alessandria; Ancona; Ascoli Piceno; Avellino; Bari; Biella; Cagliari; Caltanissetta; Campobasso; Caserta; Catania; Catanzaro; Chieti; Cosenza; Cuneo; Fermo; Firenze; Foggia; Frosinone; Genova; La Spezia; Latina; Lecce; Lecco; Livorno; Lucca; Macerata; Monza e Brianza; Napoli; Novara; Nuoro; Padova; Parma; Pavia; Perugia; Pesaro e Urbino; Pescara; Piacenza; Pisa; Pistoia; Pordenone; Potenza; Prato; Ragusa; Reggio Calabria; Reggio Emilia; Rieti; Roma; Rovigo; Sassari; Savona; Siracusa; Sondrio; Taranto; Teramo; Terni; Torino; Trento; Verbano Cusio Ossola; Vercelli; Verona; Vicenza; Viterbo.

La riforma delle Camere di commercio