.:: Unioncamere ::.



Home > News da Bruxelles > Novità legislative
Novità legislative

Aggiornamenti sulla legislazione e sulla giurisprudenza dell’Unione Europea sulle tematiche di maggiore interesse per le Camere di Commercio:

 

18/04 - diritto societario dell’UE

Il Parlamento europeo ha approvato nuove norme UE in materia di diritto societario per un mercato interno moderno e più equo, proposte dalla Commissione nell'aprile 2018. Esse faciliteranno la registrazione online e transfrontaliera delle imprese, la creazione di nuove succursali o il caricamento di documenti nel registro delle imprese online. Il passaggio al digitale renderà il processo di creazione di un'impresa più efficiente ed economico. Le nuove norme semplificheranno anche i trasferimenti transfrontalieri, le fusioni e le scissioni di società, garantendo nel contempo una migliore tutela dei diritti dei lavoratori, degli azionisti di minoranza e dei creditori coinvolti in tali società.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

18/04 – Programma Europa Digitale 2021-27

Il Parlamento si è dichiarato pronto a finanziare i progetti digitali europei per il 2021-2027. Cinque sono le aree d’investimento del Programma Europa digitale: supercomputer (€2,7 miliardi); intelligenza artificiale (€2,5 miliardi); sicurezza informatica (€2 miliardi); competenze digitali (€700 milioni); uso delle tecnologie digitali (€1,3 miliardi).

Per maggiori informazioni clicca qui

 

18/04 – Unione dei mercati dei capitali

In data odierna si è tenute la votazione finale del Parlamento europeo sugli atti legislativi che predispongono gli elementi costitutivi dell'Unione dei mercati dei capitali (CMU), una delle principali priorità politiche della Commissione Juncker.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

18/04 – Programma InvestEU 2021-27

Il Parlamento europeo in seduta plenaria ha votato InvestEU, il programma per stimolare gli investimenti in Europa nell'ambito del prossimo bilancio a lungo termine dell'UE. InvestEU aumenterà l'efficacia e la semplicità di accesso ai finanziamenti dell'UE per i progetti di investimento e darà vita ad un unico marchio che accorperà il Fondo europeo per gli investimenti strategici e altri 13 strumenti finanziari dell'UE attualmente disponibili a sostegno degli investimenti nell'Unione.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

17/04 - Norme UE sulla protezione dei consumatori online

Mercoledì è stato Il Parlamento europeo ha approvato un aggiornamento delle norme UE sulla tutela dei consumatori per contrastare le recensioni online ingannevoli e la doppia qualità dei prodotti. La nuova normativa rafforza i diritti dei consumatori all'era digitale, garantendo maggiori informazioni sul funzionamento delle graduatorie online e rendendo più trasparente l'uso delle recensioni online e dei prezzi personalizzati. La direttiva sarà ora sottoposta all'approvazione formale del Consiglio dei ministri UE.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

17/04 - Sicurezza alimentare

Il parlamento europeo ha adottato nuove regole per garantire l'affidabilità e la trasparenza della procedura di valutazione dei rischi per la sicurezza alimentare nell'Unione. Già concordate con i ministri UE, le nuove norme assicurano che sia più affidabile, trasparente e obiettiva. Il Consiglio dei ministri UE deve ora approvare formalmente il testo prima che questo possa entrare in vigore.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

17/04 – Programma Horizon Europe 2021-27

Il Parlamento europeo ha approvato l'accordo provvisorio raggiunto dai co-legislatori su Horizon Europe, il Programma di ricerca e innovazione dell'UE per il prossimo periodo di bilancio 2021-2027. L’accordo provvisorio tra Consiglio dell'Unione europea e Parlamento europeo era stato raggiunto lo scorso marzo.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

16/04 – tutela degli informatori (whistleblowers)

Il Parlamento Europeo ha approvato nella sua ultima seduta plenaria nuove norme per proteggere gli informatori con tre obbiettivi principali: la creazione di un nuovo sistema per proteggere le informazioni sulle violazioni del diritto UE, la possibilità per gli informatori di scegliere tra segnalazione interna ed esterna e la creazione di salvaguardie contro le rappresaglie dei datori di lavoro. La legge deve ora essere approvata formalmente anche dai ministri UE. Gli Stati membri disporranno poi di due anni di tempo per conformarsi alle norme.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

Novità legislative