.:: Unioncamere ::.



Home > News da Bruxelles > Novità legislative
Novità legislative

Aggiornamenti sulla legislazione e sulla giurisprudenza dell’Unione Europea sulle tematiche di maggiore interesse per le Camere di Commercio:

 

03/04/20 – Modifiche al Quadro temporaneo degli aiuti di Stato

La Commissione europea ha esteso fino a dicembre il Quadro temporaneo degli aiuti di Stato adottato lo scorso 19 marzo per consentire agli Stati membri di accelerare ricerca, test e la produzione di prodotti legati all'emergenza Coronavirus, e di sostenere le imprese e i posti di lavoro. L'estensione modifica anche alcune opzioni di aiuto: gli Stati potranno fornire prestiti alle imprese a interessi zero, e garanzie sui prestiti che coprono fino al 100% di rischio. La Commissione considererà tali aiuti di Stato compatibili con il mercato interno ai sensi dell’art. 107, par. 3, let. b), TFUE, purché l'importo complessivo dell'aiuto non superi €800mila per impresa. L'aiuto può essere concesso sotto forma di sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali e di pagamento o in altre forme, quali anticipi rimborsabili, garanzie, prestiti e partecipazioni. L'aiuto non potrà essere concesso a imprese che si trovavano già in difficoltà il 31 dicembre 2019.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

02/04/20 - L'Iniziativa di investimento in risposta al coronavirus Plus (CRII+)

Il pacchetto “CRII+” integra il primo (c.d. CRII, proposto con l’obiettivo di mobilitare immediatamente fondi strutturali per una risposta rapida alla crisi) introducendo una flessibilità straordinaria affinché tutto il sostegno finanziario non utilizzato a titolo dei Fondi strutturali e di investimento europei possa essere pienamente mobilitato. La flessibilità è garantita mediante la possibilità di trasferimento tra i 3 fondi della politica di coesione, trasferimenti tra le diverse categorie di regioni e flessibilità per quanto riguarda la concentrazione tematica. Vi sarà inoltre la possibilità di un tasso di cofinanziamento dell'UE pari al 100% per i programmi della politica di coesione per l'esercizio contabile 2020-21. Il pacchetto CRII+ semplifica inoltre le fasi procedurali connesse all'attuazione dei programmi, all'uso degli strumenti finanziari e all'audit.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

02/04/20 – SURE: uno schema temporaneo per tutelare posti di lavoro e lavoratori nell’UE

La Commissione ha aumentato ulteriormente la sua risposta alla crisi in corso, proponendo di istituire “SURE”, uno strumento di solidarietà da 100 miliardi di euro per aiutare i lavoratori a mantenere un reddito e aiutare le imprese a sopravvivere. SURE sosterrà programmi di lavoro a orario ridotto e misure simili per aiutare gli Stati membri a proteggere i posti di lavoro, i dipendenti e i lavoratori autonomi contro il rischio di licenziamento e la perdita di reddito. Le imprese potranno ridurre temporaneamente le ore di lavoro dei dipendenti o sospendere del tutto il lavoro, con un sostegno al reddito fornito dallo Stato per le ore non lavorate. I lavoratori autonomi riceveranno un reddito sostitutivo per l'attuale emergenza.

Per mggiori informazioni clicca qui

 

30/03/20: Orientamenti pratici della Commissione per la libera circolazione dei lavoratori e restrizione viaggi non essenziali

La Commissione ha pubblicato nuove indicazioni pratiche per garantire la libera circolazione dei lavoratori all'interno dell'UE, in particolare coloro che esercitano professioni critiche per la lotta alla pandemia in corso. Insieme alle linee guida concernenti l'attuazione della restrizione temporanea dei viaggi non essenziali verso l'UE, anch'esse pubblicate oggi, gli orientamenti costituiscono una risposta alle richieste presentate dai leader dell'UE e intendono affrontare le questioni pratiche dei cittadini e delle imprese interessati dalle misure adottate per limitare la diffusione del coronavirus, nonché delle autorità nazionali responsabili dell'attuazione delle medesime.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

 

26/03/2020: Coronavirus: il Parlamento europeo approva la misura da 37 miliardi

Nella sessione plenaria straordinaria a Bruxelles, gli eurodeputati hanno votato online per rendere disponibili ai Paesi membri I 37 miliardi di euro dei fondi strutturali dell’UE per la lotta al coronavirus. La misura, proposta dalla Commissione europea e trattata immediatamente e con la massima urgenza dal Parlamento europeo, è un elemento chiave della risposta dell’Unione europea alla pandemia.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

23/03/2020 - Coronavirus: Corsie preferenziali per i trasporti

La Commissione ha pubblicato nuove informazioni pratiche sulle modalità di attuazione dei suoi orientamenti per la gestione delle frontiere, al fine di salvaguardare la circolazione delle merci attraverso l'UE durante l'attuale pandemia. Per garantire che le catene di approvvigionamento su scala unionale continuino a funzionare, gli Stati membri sono tenuti a designare tempestivamente tutti i pertinenti punti di valico delle frontiere interne della rete transeuropea di trasporto (TEN-T) come valichi di frontiera "di tipo preferenziale". I valichi di frontiera "di tipo preferenziale" dovrebbero essere aperti a tutti i veicoli adibiti al trasporto merci, indipendentemente dalle merci trasportate.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

19/03/20Quadro di riferimento temporaneo per gli aiuti di Stato a sostegno dell'economia nel contesto dell'epidemia COVID-19

Via libera definitivo della Commissione europea al Quadro di riferimento temporaneo per gli aiuti di Stato a sostegno dell'economia nel contesto dell'epidemia COVID-19 per consentire agli Stati membri di utilizzare la piena flessibilità prevista dalle norme per sostenere l'economia nel contesto dell'epidemia di Coronavirus. Il Quadro temporaneo sugli aiuti di Stato, basato sull'articolo 107, paragrafo 3, lettera b) TFUE, riconosce che l'intera economia dell'UE sta vivendo un grave turbamento. Per porre rimedio a tale situazione, si prevedono cinque tipi di aiuti, a integrazione delle numerose altre possibilità già disponibili per gli Stati membri. Il Quadro sarà in vigore fino alla fine di dicembre 2020. Al fine di garantire la certezza del diritto, la Commissione valuterà prima di tale data se sia necessario prorogarlo.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

16/03/20 - COVID-19 e Mercato interno: Linee guida della Commissione Europea

La Commissione ha presentato agli Stati membri le sue Linee guida sulle misure sanitarie di gestione delle frontiere nel contesto dell'emergenza COVID-19. L'obiettivo è quello di proteggere la salute dei cittadini, garantire il giusto trattamento delle persone che devono viaggiare e assicurare la disponibilità di beni e servizi essenziali.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

13/03/20 - COVID-19: risposta coordinata a livello europeo

La Commissione Europea annuncia un pacchetto economico considerevole per fare fronte alla situazione attuale. La principale risposta di bilancio al Coronavirus proverrà dai bilanci nazionali degli Stati membri. Le norme dell'UE in materia di aiuti di Stato consentono agli Stati membri di agire in modo rapido ed efficace per sostenere i cittadini e le imprese, in particolare le PMI, che incontrano difficoltà economiche a causa dell'epidemia di COVID-19. Inoltre, la CE proporrà al Consiglio di sfruttare appieno la flessibilità prevista dal quadro di bilancio per attuare le misure urgenti necessarie a contenere l'epidemia e attenuarne gli effetti socioeconomici negativi. Infine, con la sua Iniziativa di investimento in risposta al coronavirus, la Commissione propone di destinare 37 miliardi di EUR nell'ambito della politica di coesione per la lotta contro il virus. Propone dunque di abbandonare quest'anno l'obbligo di chiedere agli Stati membri di rimborsare i prefinanziamenti non spesi per i fondi strutturali (circa 8 miliardi provenienti dal bilancio dell'UE, che gli Stati membri potranno utilizzare per integrare 29 miliardi di finanziamenti strutturali in tutta l'UE).

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

11/3/2020 – Economia circolare

La Commissione europea ha adottato un nuovo Piano d'azione per l'economia circolare - uno degli elementi costitutivi del Green Deal europeo. I principali obiettivi della nuova agenda sono i seguenti: promuovere i prodotti realizzati in modo sostenibile; tutelare i diritti dei consumatori sul fronte della durabilità e riparabilità dei prodotti; attuare iniziative di economia circolare nei settori ad alto potenziale come, ad esempio, quello delle costruzioni, delle plastiche e dei tessuti; ridurre significativamente i livelli di spreco.

Per maggiori informazioni clicca qui.  

 

10/3/2020 – Mercato interno

La Commissione europea ha adottato un nuovo piano d’azione per la migliore implementazione delle regole del Mercato unico. In questo senso, il piano lancia una task force congiunta della Commissione e degli Stati membri per rafforzare la cooperazione in materia di applicazione delle relative norme europee. 

Per maggiori informazioni clicca qui e qui.

 

10/3/2020 – Strategia per le PMI

La Commissione europea ha pubblicato la nuova strategia europea per le PMI (SME Strategy) con l'intento di ragiungere tre principali obiettivi: favorire la transizione sostenibile e digitale delle imprese, la loro crescita nel Mercato unico e l'accesso ai finanziamenti. Tra le azioni chiave previste figurano il rafforzamento dei Digital Innovation Hubs e dell’Enterprise Europe Network, la creazione di un nuovo osservatorio per la sicurezza dei pagamenti, un fondo per le offerte pubbliche iniziali delle PMI (IPO) nell'ambito dello sportello PMI di InvestEU ed ulteriori iniziative per l’imprenditoria femminile e le start up.

Per maggiori informazioni clicca qui.  

 

10/3/2020 – Strategia industriale

La Commissione europea ha pubblicato la nuova Strategia industriale dell’UE che contribuirà al raggiungimento di tre obiettivi cruciali, ovvero mantenere la competitività globale dell'industria europea, rendere l'Europa neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 e plasmare il futuro digitale dell'UE. Le azioni chiave previste dalla strategia includono un piano d’azione per la proprietà intellettuale, la revisione delle norme sulla concorrenza, la pubblicazione di un Libro bianco riguardante le distorsioni nel Mercato unico, misure comprensive per la decarbonizzazione, un piano d’azione per le materie prime, un partenariato per l’idrogeno pulito e ulteriori norme per quanto riguarda gli appalti green.

Per maggiori informazioni clicca qui.  

 

9/3/2020 – Finanza sostenibile

La Commissione europea accoglie la pubblicazione da parte del gruppo di esperti sulla finanza sostenibile di due rapporti tecnici riguardanti, rispettivamente, la tassonomia UE per le attività economiche sostenibili e lo standard europeo per i Green Bond. Tali documenti fungeranno da base per i futuri lavori della Commissione per quanto riguarda la finanza sostenibile e la risposta europea al cambiamento climatico.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

Novità legislative