.:: Unioncamere ::.



Home > Ambiente > ICESP
ICESP
/uploaded/Generale/Comunicazione/Primo Piano/2018/icesp.png

Economia circolare:  Unioncamere è tra i firmatari della Carta ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) promossa da Enea, con l’obiettivo di creare un punto di convergenza nazionale tra stakeholders e istituzioni sulle iniziative, le esperienze, le criticità, le prospettive e le aspettative sull’economia circolare che il sistema Italia vuole e può rappresentare in Europa; l’iniziativa ha preso il via il 31 maggio 2018 con la firma a Roma, presso la sede dell’ENEA, della Carta programmatica che definisce finalità, interessi comuni e strumenti operativi della piattaforma alla quale aderisco:

La Piattaforma ICESP  è promossa nell’ambito della Piattaforma dell’Unione Europea ECESP (European Circular Economy Stakeholder Platform), della quale fa parte ENEA, come  rappresentante del mondo della ricerca e unico membro italiano nel gruppo di coordinamento (https://circulareconomy.europa.eu/platform).

Luogo di confronto sulle varie iniziative nazionali per portare il modello italiano in Europa, ICESP si configura come un “network di network” con l’obiettivo di creare un punto di convergenza nazionale su iniziative, esperienze, criticità e prospettive dell’economia circolare. Tra i primi firmatari della Piattaforma ICESP ci sono AMA, Confindustria, CNA, Enel, Hera, Intesa San Paolo, Remedia, Unicircular, Unioncamere, Ilva, Alma Mater Università di BolognaAgenzia per la coesione territoriale, ANCI, MISE, MATTM, Emilia Romagna, Puglia e Lazio.

ICESP ha, tra gli altri, lo scopo di diffondere le eccellenze italiane e il nostro modo di fare economia circolare partendo dalle tradizioni e dalle tipicità del territorio associate ai modelli culturali, sociali e imprenditoriali che lo caratterizzano.

In tale ambito, i partner dell’iniziativa si confrontano, attraverso una serie di gruppi di lavoro sui temi dell’economia circolare, con l’obiettivo di creare un punto di convergenza nazionale sulle iniziative, le esperienze, le criticità, le prospettive che il sistema Italia vuole e può rappresentare in Europa in tema di economia circolare. 

Unioncamere è tra i coordinatori del Gruppo di lavoro Best practice al fine di individuare  e raccogliere le best practice italiane in materia di Economia circolare per promuoverle in ambito europeo attraverso la Piattaforma dell’Unione Europea ECESP; l’Ente parte, altresì, ai Gruppi di lavoro dedicati agli strumenti di policy e Governance e dell’innovazione tecnologia.

Riforma delle Camere di commercio