.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Primo piano > XBRL, dal 2015 in formato elaborabile l'intero bilancio d'esercizio
XBRL, dal 2015 in formato elaborabile l'intero bilancio d'esercizio
uploaded/Generale/Comunicazione/Primo Piano/2014/xbrl_1.png

Acquisito il parere favorevole dallo standard-setter nazionale Organismo Italiano di Contabilità diventerà operativo da gennaio del prossimo anno il deposito, in formato elaborabile, dell’intero bilancio di esercizio comprensivo della nota integrativa

Dopo due anni di sperimentazioni è stata completata la tassonomia che codifica, in formato elettronico elaborabile, l’intero bilancio di esercizio comprensivo della nota integrativa. Si conclude così la prima fase del progetto, coordinato da Xbrl Italia, insieme ai più importanti interlocutori nazionali sul tema del bilancio, per definire una tassonomia completa per il bilancio d’esercizio - ossia capace di codificare oltre agli schemi quantitativi pure la nota integrativa - che entrerà in vigore dal 2015 e interesserà circa un milione di società di capitali italiane non-quotate.

La codifica digitale della Nota integrativa, nella prima versione, riguarderà esclusivamente le informazioni esplicitamente previste dal Codice civile che saranno integrate con quanto richiesto dai Principi contabili nazionali in futuro. Questa scelta tuttavia non limiterà in alcun modo la possibilità di espressione delle imprese che potranno fornire ed articolare i dettagli informativi utilizzando in modo flessibile i campi testo previsti.

Il progetto è stato sviluppato grazie alla collaborazione dei più importanti attori nazionali sul tema dei bilanci come OIC, CNDCEC, il sistema camerale e Infocamere, Assosoftware e il contributo prezioso del mondo accademico: Università di Trento, Università Ca’ Foscari di Venezia e Università di Macerata.

«L’entrata in vigore della tassonomia dei bilanci per le non quotate, corredata anche della parte relativa alla nota Integrativa - osserva Marco Conte, presidente di Xbrl Italia - dà ulteriore impulso alla nostra mission di modernizzare la comunicazione economico-finanziaria nel nostro Paese utilizzando le opportunità offerte dalla tecnologia per migliorare la trasparenza, la comparabilità e la fruibilità delle informazioni di bilancio.


 

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 80.5kB

Data di pubblicazione: 23-10-2014

Condividi:
La riforma delle Camere di commercio