.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Comunicati Stampa > Expo: più "appeal" delle imprese italiane verso i partner mondiali grazie a visure e certificati camerali in inglese
Expo: più "appeal" delle imprese italiane verso i partner mondiali grazie a visure e certificati camerali in inglese

Effetto Expo e mobilitazione del Sistema camerale, in Italia e all’estero, stanno accrescendo l’appeal delle imprese italiane verso potenziali partner esteri. Si spiegano soprattutto così i riscontri positivi dai principali partner commerciali dell’Italia per i certificati e le visure camerali in lingua inglese rilasciati dal Registro Imprese, l’anagrafe delle Camere di Commercio Italiane, attraverso il portale registroimprese.it realizzato da InfoCamere. A tre mesi dal lancio del servizio, l’iniziativa sta incontrando un crescente favore da parte di utenti professionali e imprese residenti all’estero, con particolare riguardo ai partner storici del nostro Paese. Tra i quarantasei paesi da cui sono provenute richieste, l’interesse maggiore si concentra infatti fra utenti residenti nel Regno Unito (da cui provengono il 27% delle richieste straniere), in Germania (17%) e negli Stati Uniti (il 10%).

Il Registro delle imprese – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello - si conferma sempre più strumento di servizio per lo sviluppo del mercato e di trasparenza economica per assicurare al correttezza degli scambi. La possibilità di consultarlo in inglese offre oggi agli operatori stranieri un incentivo a rivolgersi sempre più con fiducia al nostro mercato. Per quelli italiani, poter disporre di documenti ufficiali già in inglese,  senza necessità di doversi avvalere di una traduzione giurata, consente di migliorare e rendere più efficienti e meno costose le proprie iniziative di internazionalizzazione”.

 

 

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 848.5kB
icona allegato
Comunicato stampa - pdf, 467.7kB

Data di pubblicazione: 26-01-2015

Data di aggiornamento: 14-04-2015

Condividi:
Voci collegate

Riforma delle Camere di commercio