.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Primo piano > La carica dei "Neet". Boom di iscrizioni al progetto "Crescere in digitale"
La carica dei "Neet". Boom di iscrizioni al progetto "Crescere in digitale"
uploaded/Generale/Comunicazione/Primo Piano/2015/GraficoMinLavoro_3.png

Per definirli è stato creato l’acronimo inglese “Neet”: Not (engaged) in Education, Employment or Training. Sono i giovani tra i 16 ed i 29 anni che non sono iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e nemmeno seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale. Proprio a loro è dedicato il progetto “Crescere in digitale”, promosso dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali insieme con Unioncamere e Google, che, a meno di un mese dalla sua partenza, ha fatto già registrare oltre 27mila iscrizioni.

“Crescere in digitale” nasce per offrire nuove opportunità di sviluppo alle PMI e di formazione qualificata ai giovani che abbiano terminato o abbandonato il percorso scolastico, inoccupati o disoccupati e che si siano iscritti al programma Garanzia Giovani. Il progetto punta infatti a rafforzare l’occupabilità dei giovani italiani e a favorire la digitalizzazione delle imprese di piccola e media dimensione, attraverso un percorso formativo composto da diverse fasi: 50 ore di training online, laboratori sul territorio e oltre 3mila tirocini retribuiti nelle imprese italiane.

Secondo quanto si legge nell’ultimo report del ministero del Lavoro dedicato a Garanzia Giovani, a tre settimane dal lancio del progetto gli iscritti sono già 27.229; di questi, 14.748 hanno completato il primo modulo e 366 hanno terminato tutto il corso. Forte anche l’interesse da parte delle imprese, che potranno ospitare giovani tirocinanti retribuiti da “Garanzia Giovani” e utilizzare le loro competenze in marketing e strumenti digitali per sfruttare le opportunità di business offerte dal web. Ad oggi sono 894 quelle disponibili ad accogliere 1.372 tirocinanti. Veneto, Toscana, Lombardia, Abruzzo e Campania sono le regioni con il maggior numero di aziende ad aver richiesto tirocinanti

Tramite il percorso di formazione definito dal Comitato scientifico del progetto, disponibile sulla piattaforma www.crescereindigitale.it realizzata da Google, i partecipanti avranno l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze dell’ecosistema digitale e apprendere come il web possa essere un valido strumento per supportare la crescita e la visibilità internazionale delle aziende.

Coloro che supereranno il test, a conclusione del percorso formativo, saranno selezionati per accedere ai laboratori sul territorio - coordinati da Unioncamere e dal sistema delle Camere di commercio - e agli incontri con le imprese per i tirocini formativi, organizzati anche in collaborazione con il mondo delle associazioni di categoria. Tutti i tirocini saranno retribuiti (500 euro al mese) e avranno una durata di sei mesi.

www.crescereindigitale.it


Vai al comunicato stampa del Ministero >>

 

Data di pubblicazione: 06-10-2015

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio