.:: Unioncamere ::.



Home > Registro Imprese, SUAP, Agenda Digitale e Legalità > Registro delle Imprese e anagrafi camerali > Progetto IT in IRI - Integrare l'Italia nel registro europeo delle insolvenze
Progetto IT in IRI - Integrare l'Italia nel registro europeo delle insolvenze
uploaded/Generale/Attivita/Semplificazione_Registro_Imprese/2016/UE.png

IT in IRI “Italian Legal Persons Insolvency Register into the Insolvency Register Interconnection (IRI) system”

 

 


  

IT in IRI “Italian Legal Persons Insolvency Register into the Insolvency Register Interconnection (IRI) system” è il nuovo progetto, co-finanziato dall’Unione europea DG Justice, che ha l’obiettivo di sperimentare l’interconnessione dei registri nazionali sulle insolvenze, in vista dell’attuazione del regolamento europeo (reg. 848 del 2015) che sarà adottato a partire dal 2017. Avviato a ottobre del 2015, il progetto ha come capofila Unioncamere e partner InfoCamere e Unioncamere Europa e prevede di realizzare la sperimentazione in 18 mesi. 
   
    Le macro attività da realizzare sono le seguenti:

  • - Analisi del regolamento e delle procedure fallimentari;
  • - Analisi delle specifiche di interfaccia e di scambio dei dati per il sistema europeo IRI e realizzare l’applicazione Web italiana;
  • - Azione pilota per l’integrazione del sistema italiano nel portale europeo di accesso;
  • - Monitoraggio e valutazione delle attività pilota di interconnessione all'interno del portale e-Justice;
  • - Analisi sulla sostenibilità del sistema e raccomandazioni per garantire la migliore qualità nell'implementazione della normativa IRI.

   
Gli output principali riguardano l’integrazione del sistema italiano di pubblicazione delle procedure concorsuali in ambito europeo, così da essere pronti, grazie anche alle sperimentazioni su alcuni territori, al momento dell’entrata in vigore del regolamento.
Uno degli obiettivi più qualificanti del progetto è quello di fornire, sia alla UE che al Ministero della Giustizia, principale stakeholder per queste attività, dei feedback e raccomandazioni sull’implementazione e sull’evoluzione dell’interconnessione tra registri nazionali per adeguarsi alle normative europee e per definire la sostenibilità del sistema.
   
Unioncamere, InfoCamere e il sistema camerale, quindi, stanno già lavorando per essere all’avanguardia nella sperimentazione di soluzioni digitali innovative. Il progetto, infatti, promuoverà l’adozione di strumenti per consentire alla Pubblica Amministrazione di essere in linea con le richieste della Commissione e per fornire al mondo imprenditoriale e professionale un agevole accesso alle informazioni aggiornate su uno dei principali fenomeni che riguardano la vita di impresa. Si aggiunge, così, un tassello e si arricchisce ulteriormente l’offerta del sistema camerale verso le imprese, i professionisti, le PA – in particolare il Ministero della Giustizia come stakeholder principale.


Project IT in IRI funding from the European Union DG Justice Agreement number: JUST/2014/JACC/AG/E-JU/6968

 

Data di pubblicazione: 22-02-2016

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio