.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Primo piano > "Crescere in digitale" anche nel settore agricolo: arrivano gli Agriweb Advisor
"Crescere in digitale" anche nel settore agricolo: arrivano gli Agriweb Advisor

Favorire l’inserimento di giovani con competenze digitali anche nel settore agricolo tramite il Fondo Garanzia Giovani, nell’ambito del progetto “Crescere in digitale”: questo l’obiettivo dell’accordo, siglato il 5 luglio 2016, tra il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Coldiretti, Google e Unioncamere.

L’intesa sancisce l’ingresso di 102 tirocinanti nelle strutture territoriali e nazionali di Coldiretti, cui sarà attribuita la qualifica di “agriweb advisor”, con l’obiettivo di colmare il digital divide che interessa particolarmente questo settore. Secondo lo studio “Lavoro giovanile in agricoltura nel 2016, presentato dalla Coldiretti in occasione della firma dell’accordo, attualmente solo il 61% delle aziende agricole utilizza quotidianamente Internet per le proprie attività, nonostante le grandi opportunità offerte dall’e-commerce, oggi in forte espansione con il 22% dei consumatori che ha già acquistato prodotti alimentari online e il 31% che dichiara di non averlo mai fatto, ma di essere disposto a farlo. Secondo elaborazioni Coldiretti su dati Unioncamere, la percentuale sale – e di molto – se si tratta di scegliere prenotare le vacanze.

Per portare le aziende agricole in rete, quindi, nasce una nuova figura professionale, quella dell’agriweb advisor: il primo gruppo di giovani digitalizzatori opererà attraverso le strutture provinciali di Coldiretti per promuovere i siti web delle aziende agricole, sviluppare l’e-commerce aziendale e favorire la partecipazione ai social media per migliorare la comunicazione.  
Lo studio di Coldiretti sottolinea del resto il crescente interesse dei giovani per il settore agricolo: nel 2016 sono aumentati del 12% i ragazzi italiani under 35 che nanno scelto di lavorare in agricoltura. Una nuova generazione di contadini, allevatori e pastori che formano uno dei principali vettori di crescita del settore agroalimentare.

"Con l'accordo firmato oggi diamo a 102 giovani l'opportunità di impegnarsi attivamente per promuovere la digitalizzazione delle imprese agricole nell'ambito del fondo Garanzia Giovani" – ha dichiarato il ministro Poletti al momento della firma del protocollo d'intesa con Coldiretti per la promozione del progetto 'Crescere in Digitale', promosso dal Ministero in collaborazione con Google e Unioncamere. “C'è una grande attenzione al mondo agricolo – ha proseguito il ministro del Lavoro - e Garanzia Giovani ci consente di creare nuove opportunità quindi lavoriamo con tutte le imprese, le associazioni e i gruppi che hanno qualcosa d'interessante da fare e vogliono lavorare con i giovani".

Il coinvolgimento del mondo imprenditoriale nel Programma Garanzia Giovani è del resto un obiettivo prioritario per incrementare le opportunità di lavoro e di formazione per i giovani inoccupati. A mettere insieme due criticità dell’economia italiana per trasformarle in un punto di forza, determinando un arricchimento reciproco ed una crescita condivisa, punta in particolare “Crescere in digitale”, progetto nata dalla Convenzione del 26 marzo 2015  tra il ministero del Lavoro e le Politiche Sociali e Unioncamere, in collaborazione con Google.
Al centro dell’iniziativa ci sono i Neet, ovvero i giovani "not in education, employment or training", che hanno tra i 15 e i 29 anni, non studiano e non lavorano. Sono oltre 2 milioni in Italia e possono rappresentare una ricchezza, in termini di competenze digitali, proprio quelle di cui difetta ancora un gran numero di imprese italiane di piccola e piccolissima dimensione.
Crescere in digitale punta infatti a “formare i NEET iscritti al programma Garanzia Giovani affinché, con le conoscenze digitali acquisite, siano in grado di contribuire a rafforzare la capacità delle aziende di fruire dei vantaggi del web (presenza online, web marketing, social media strategy, e-commerce, internazionalizzazione, ecc.)”.

Per saperne di più su Crescere in Digitale >>

Il comunicato stampa del ministero del Lavoro >>
 

 

Data di pubblicazione: 07-07-2016

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio