.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Agenda > 22/06/2017 - XXXVIII edizione del Premio Ischia di Giornalismo
22/06/2017 - XXXVIII edizione del Premio Ischia di Giornalismo
/uploaded/Generale/Comunicazione/Agenda/2017/premio ischia.png

Valore Turismo, il patrimonio che attrae. Il territorio e la bellezza, motori di sviluppo e nuova occupazione” è il titolo della tavola rotonda a cui parteciperanno: Ivan LoBello, presidente Unioncamere, Simonetta Giordani, manager già sottosegretario al Turismo, Edo Colombo, esperto turismo digitale, Dora Di Francesco, dirigente MIBAC Pon Cultura e Sviluppo e del Piano stralcio Cultura e turismo, Michelangelo Lurgi, presidente Rete Destinazione SUD, Angelo Argento, presidente Culturae Italia, a moderare i lavori il giornalista Giuseppe Mazzella.

Puntare sulla bellezza dei territori, sulle peculiarità enogastronomiche, sul patrimonio artistico italiano per creare sviluppo e occupazione è questo il tema della tavola rotonda organizzata dalla fondazione Premio Ischia con l’associazione Culturae Italia. Il premio Ischia è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione Campania, dalla Camera di Commercio di Napoli e dalla Siae.

Il workshop oltre a tracciare un bilancio delle azioni messe in campo da istituzioni e enti per la crescita e la valorizzazione del Turismo sarà anche l’occasione per la firma di un protocollo d’intesa tra Unioncamere e l’associazione Culturae Italia per promuovere congiuntamente alle amministrazioni pubbliche locali, piani strategici di sviluppo culturale territoriale, al fine di valorizzare il  patrimonio storico ed artistico del territorio e migliorarne la gestione e realizzare, all’interno del sistema produttivo delle aree interessate dai piani strategici, programmi che alimentino il mecenatismo culturale, anche attraverso il meccanismo del cd. Art bonus.

 

Giovedì 22 giugno 2017, ore 19.00
Hotel Continental – Sala Primavera
Via Michele Mazzella, 70
Ischia NAPOLI

 

Vai al programma >>

Data di pubblicazione: 04-05-2017

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio