.:: Unioncamere ::.



Home > Registro Imprese, SUAP, Agenda Digitale e Legalità > Registro delle Imprese e anagrafi camerali > Progetto BRIS IT: l'interconnessione dei Registri delle imprese
Progetto BRIS IT: l'interconnessione dei Registri delle imprese
/uploaded/Generale/Attivita/Semplificazione_Registro_Imprese/2018/UE.png

Lo sviluppo e l’implementazione delle funzionalità necessarie alla interconnessione dei Registri delle Imprese, in attuazione alla Direttiva 2012/17/EU del 13 Giugno 2012, è l'obiettivo del progetto BRIS (Business Registers Interconnection System).

La direttiva 2012/17/UE e il successivo regolamento europeo n. 2015/884 di esecuzione della direttiva stessa, hanno istituito, a livello europeo, il "sistema di interconnessione dei registri delle imprese" (Business Registers Interconnection System - BRIS) e ha stabilito l'obbligo per tutti i Paesi dell'UE di partecipare a tale sistema connettendo il proprio registro nazionale alla piattaforma centrale europea.
Il progetto BRIS IT, Business Registers Interconnection System, è stato cofinanziato dalla commissione europea nell’ambito del programma CEF Telecom (INEA: Action No: 2016-IT-IA-0007 Agreement number: INEA/CEF/ICT/A2016/1193860), proprio per facilitare questo adempimento normativo. In questo ambito, l’Unioncamere ha ricevuto un cofinanziamento, insieme a InfoCamere, per la realizzazione delle attività relative all’interconnessione del registro delle imprese italiano con la piattaforma e-justice.

L’obiettivo del progetto è lo sviluppo e l’implementazione delle funzionalità necessarie alla interconnessione dei Registri delle Imprese, adempiendo così alla Direttiva 2012/17/EU del 13 Giugno 2012. Il progetto ha avuto una durata di 22 mesi, durante i quali sono state realizzate le attività relative al:

- Project management e alla cura e gestione dei rapporti con la Commissione e il Ministero dello sviluppo economico;

- Analisi specifiche di interfaccia e di scambio dei dati per il sistema europeo ed elaborare l’architettura Web italiana;

- Definizione, implementazione e integrazione della piattaforma e test pilota di interconnessione;

- Disseminazione, formazione e supporto alle Camere.

Il BRIS è operativo dall'8 giugno 2017 e, prima, sono state svolte diverse attività di formazione e disseminazione alle Camere, in particolare, agli uffici registro imprese, direttamente.  


Il sistema BRIS, una volta a regime:

- garantirà l'accesso a livello dell'UE alle informazioni sulle società registrate negli Stati membri;

- renderà possibile, per la prima volta, la comunicazione elettronica tra tutti i registri delle imprese di tutta l'UE, i quali potranno scambiarsi informazioni sulle succursali estere e sulle fusioni transfrontaliere di società.

Grazie al BRIS, i cittadini, le imprese e le autorità nazionali potranno cercare, attraverso il portale europe o della giustizia elettronica “e-justice”, informazioni depositate dalle società nei registri nazionali. Inoltre, il nuovo sistema mig liorerà la comunicazione   tra i registri, consentendo loro di scambiarsi informazioni attendibili sulle società. A seguito dell’adempimento comunitario, infatti, tutte le società di capitali con sede legale in uno dei Paesi appartenenti all'Unione europea (inclusi Islanda e Norvegia, paesi dello spazio economico europeo, ampliando quindi il territorio e le società interessate),  aventi succursali (sedi secondarie) in Italia, oppure derivanti da fusione transfrontaliera a cui abbia partecipato almeno una società avente sede legale in Italia, devono indicare rispettivamente: lo Stato, il Registro di iscrizione e il numero di iscrizione relativi alla propria sede legale, in modo da determinarne l'Identificativo Unico Europeo (EUID) dell'impresa ai sensi della citata direttiva europea. Ciò facilita lo scambio di informazioni tra registri e la trasparenza.


L'Italia è stata tra i 10 paesi collegati sin dall’inizio, con Danimarca, Germania, Grecia, Croazia, Cipro, Polonia, Slovenia, Svezia, Norvegia. Gli altri Paesi si sono connessi progressivamente al sistema. Dalla data di operatività del nuovo sistema e cioè dall’8 giugno 2017, sono state effettuate, attraverso il sistema BRIS, delle comunicazioni tra Registri italiani e altri Registri europei.

Le attività del progetto sono state oggetto di diversi interventi di disseminazione in convegni ad hoc, tra cui ad esempio il convegno tenuto a Mantova (8 maggio 2017) sull’interconnessione dei registri europei e il ruolo del registro imprese e del sistema camerale; il seminario nell’ambito del “10th Congress of Women’s Entrepreneurship of Adriatic and Ionian Area”, tenutosi a Ravenna il 16 Novembre 2017, avente ad oggetto proprio la digitalizzazione. Il convegno di chiusura si è tenuto a Napoli 16 marzo 2018.

 

Data di pubblicazione: 30-03-2018

Data di aggiornamento: 24-08-2018

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio