.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Comunicati Stampa > Imprese artigiane: aumentano giardinieri e tatuatori In calo elettricisti e muratori
Imprese artigiane: aumentano giardinieri e tatuatori In calo elettricisti e muratori
/uploaded/Generale/Comunicazione/Comunicati Stampa/2018/ucmov.png

Il mondo dell’artigianato, vanto dell’economia italiana, si riduce e si rinnova cimentandosi in nuovi mestieri a scapito di quelli più tradizionali.

Aumentano le imprese di pulizia e quelle che si occupano di tatuaggi e piercing. Crescono i giardinieri e le agenzie per il disbrigo delle pratiche. Aumentano anche le imprese che confezionano accessori d’abbigliamento o le sartorie su misura, così come i designer, di moda e per il settore industriale. Si riducono invece le imprese di costruzioni e quelle che si occupano di ristrutturazione, i “padroncini” addetti ai trasporti su strada, gli elettricisti, i falegnami e i meccanici.

Come mostra la fotografia scattata da Unioncamere e InfoCamere sull’evoluzione dei mestieri artigiani negli ultimi 5 anni, il settore, che conta oltre 1,3 milioni di imprese, ne ha perse quasi 100mila tra il 2013 e il 2018. Ma alcuni “mestieri” crescono, raggiungendo anche numeri consistenti.

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 373kB
icona allegato
Comunicato stampa - pdf, 823.7kB

Data di pubblicazione: 03-01-2019

Condividi:
Voci collegate

Riforma delle Camere di commercio