.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Comunicati Stampa > Reddito di cittadinanza: Unioncamere, serve sinergia fra componenti sistema istituzionale
Reddito di cittadinanza: Unioncamere, serve sinergia fra componenti sistema istituzionale
/uploaded/Generale/Comunicazione/Comunicati Stampa/2019/prete.png

Il successo delle politiche messe in campo dal Governo in materia di lavoro dipende in larga misura dalla cooperazione e sinergia tra le varie componenti del sistema istituzionale e amministrativo chiamato a gestire l’attuazione del provvedimento (Amministrazioni centrali, Regioni, ANPAL e Centri per l’impiego). Lo afferma Unioncamere, intervenuta in audizione sul reddito di cittadinanza presso la Commissione Lavoro del Senato.

 “A questo riguardo – ha spiegato il vicepresidente dell’Unione, Andrea Prete - le Camere di commercio hanno ricevuto precisi compiti dalla recente riforma in tema di orientamento, supporto all’incontro domanda-offerta di lavoro e di certificazione delle competenze”.

Una impresa su tre fatica a trovare un dipendente da assumere, ha ricordato Prete. “Un nodo cruciale è il collegamento fra le politiche sociali contro la povertà e quelle destinate a favorire l’occupazione”. Le Camere di commercio possono aiutare a risolvere questo problema, ha spiegato il vice presidente di Unioncamere, “mettendo a disposizione informazioni dettagliate sulla domanda di lavoro delle imprese attraverso il sistema informativo Excelsior che realizziamo con Anpal, e dati di dettaglio sulle singole aziende, in modo da facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro”.

 

 

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 92.5kB
icona allegato
Comunicato stampa - pdf, 867.3kB

Data di pubblicazione: 05-02-2019

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio