.:: Unioncamere ::.



Home > Sistema Camerale > Iniziative > Contratti-tipo
Contratti-tipo
uploaded/Generale/Sistema Camerale/Iniziative/contrattitipo.png

I contratti tipo sono strumenti a carattere preventivo che si predispongono per evitare l’insorgenza di problemi tra consumatori e imprese. La legge 580/1993 ha affidato alle Camere di commercio il compito di promuovere l’utilizzo di questa tipologia contrattuale tra imprese, loro associazioni e associazioni dei consumatori e degli utenti. Questo compito consente di assicurare regole di trasparenza e di equità nella fase di stesura, grazie alla collaborazione delle diverse componenti economiche e sociali che trovano nelle Camere una sede ideale per raggiungere un accordo.

Le clausole inique o vessatorie sono, invece, quelle clausole che determinano, a sfavore del consumatore, uno squilibrio rilevante nei diritti e negli obblighi derivanti da un contratto.

L’applicazione del contratto tipo argina gli inconvenienti che si possono presentare quando vengono stipulati i cosiddetti “contratti standard”, di solito predisposti dalle imprese. In alcuni casi, queste ultime pongono il consumatore in una posizione di svantaggio. In altri casi, invece, i testi contrattuali sono definiti con termini ambigui e poco chiari, rendendo scarsamente trasparenti diritti ed obblighi delle parti.

Nell'ambito delle "Iniziative uno Vantaggio dei Consumatori" (art. 9 del Decreto 2 marzo 2006 del Ministero dello Sviluppo Economico), e invece stata creata una banca dati del che raccoglie Contratti Tipo, Codici di Condotta e Autodisciplina e pareri sulla presenza di clausole inique nei modelli standard attualmente in uso nei principali settori economici.

Sul sito regolazionemercato.camcom.it è disponibile una sezione dedicata ai Contratti Tipo


Vai al sito >>

Data di pubblicazione: 10-03-2011

Data di aggiornamento: 18-12-2017

Condividi:
Voci collegate
La riforma delle Camere di commercio