.:: Unioncamere ::.



Camera di commercio di Messina
Camera di Commercio di Messina
Indirizzo
Piazza Felice Cavallotti 3 - 98122 (Messina) 
Telefono
09077721 
Fax
090674644 
Sito web
Anno di Fondazione pre Unità d'Italia
1818 
Anno di fondazione post Unità d'Italia
1862 
Elenco dei Presidenti e Segretari Generali dal 1862 al 2012
freccia
Presidenti
Nome e cognome
Inizio incarico
Fine incarico
Giovanni Battista Preve
1863
1869
Patrizio Rizzotti
1869
1874
Peter Victor Gonzenbach
1875
1876
Giuseppe Mauromati
1877
1878
Giovanni Attanasio
1879
1880
Francesco Loteta
1880
1898
Pietro Calapaj
1899
1900
Francesco Mauromati
1901
1902
Giovan Silvestro Pulejo
1903
1906
George Henry Peirce
1907
1908
Francesco Sacc
1908
1908
Francesco Sacc
1910
1913
Giovan Silvestro Pulejo
1914
1921
Francesco Sacc
1922
1923
Alfredo Ainis
1923
1924
Francesco Saija
1945
1950
Edoardo Milio Cangemi
1952
1955
Vinicio Ziino
1956
1963
Francesco Saija
1963
1965
Giuseppe Campione
1965
1980
Rosario Parisi
1980
1992
Sergio Bill
1993
2007
Vincenzo Musmeci
2007
2009
Antonino Messina
2009
in carica
Segretari generali
Nome e cognome
Inizio incarico
Fine incarico
Luigi Mazzullo
1862
1899
Camillo Boscia
1899
1919
Attilio Mazzullo
1919
1930
Giulio Landi
1931
1933
Francesco Anastasi
1933
1935
Riccardo Scotti
1935
1938
Alfonso Liguori
1939
1940
Francesco Anastasi
1940
1941
Mario Somma
1941
1942
Adolfo Giaccone
1942
1942
Giovanni Arezzo
1943
1946
Francesco Anastasi
1946
1960
Antonino Rodilosso
1960
1962
Natale Antonuccio
1962
1967
Ubaldo Di Stefano
1967
1970
segretario generale f.f.
Domenico La Spada
1971
1973
Pietro Rizzo
1973
1988
Antonino Chill
1989
2003
Pietro Ilacqua
2003
2010
Vincenzo Musmeci
2010
2010
segretario generale f.f.
Vincenzo Musmeci
2010
2011
Rta Todaro
2012
in carica
Segretario generale f.f.
Profilo storico
freccia

La Camera consultiva di commercio di Messina venne istituita da Ferdinando I con decreto del 20 ottobre 1818. Con l’Unità d’Italia venne riorganizzata in Camera di commercio ed arti attraverso il regio decreto del 16 ottobre 1862 (n. 929). Il suo primo presidente fu Giovanni Battista Preve. L’attività dell’ente si concentrò, al fianco del Consiglio comunale, nella difesa degli interessi mercantili della città minacciati dal governo centrale per l’abolizione dei privilegi doganali, le franchigie di cui godeva il porto. Su altri piani si affrontarono i temi della riduzione e della parificazione al resto d’Italia delle tariffe ferroviarie o ancora quello della costruzione del bacino di carenaggio. Alla fine dell’Ottocento fu anche realizzato il palazzo sede della Camera, che però venne distrutto durante il terremoto del 1908. L’ente collaborò alla ricostruzione chiedendo, tra l’altro, l’estensione a Messina della “Legge speciale” per Napoli del 1904, che avrebbe aiutato nello sviluppo con la creazione di un quartiere industriale, la realizzazione della stazione ferroviaria e la sistemazione del porto.

Durante il fascismo il Consiglio provinciale dell’economia valorizzò alcune industrie locali, quale quella della pomice a Lipari, e si avviarono anche i lavori per la ricostruzione di una sede istituzionale. In questi anni si istituì presso l’ente anche l’ufficio di statistica.
A partire dal secondo dopoguerra la Camera di commercio si impegnò nel rilancio industriale dell’area peloritana, nel miglioramento delle infrastrutture stradali e ferroviarie, nel rilancio del lavoro portuale e cantieristico, nella promozione del territorio attraverso il riconoscimento del carattere internazionale della Fiera di Messina, e in studi e ricerche con la pubblicazione di importanti riviste.
 
Bibliografia e archivio storico
freccia

Bibliografia

Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Messina, Celebrazione del centenario 1862-1962. La Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Messina, Arti Grafiche, Messina 1963.
S.A. Gambino, La Camera di Commercio di Messina. Notizie storiche dalle origini ai nostri giorni, La grafica editoriale, Messina 1985.
Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Messina, La Camera di Commercio. Storia e struttura di una secolare istituzione messinese, CCIAA di Messina, 1988.
C. Torrisi, Per una storia delle Camere di Commercio in Sicilia, in Gli archivi delle Camere di Commercio, Atti del ii seminario nazionale sugli archivi d’impresa, Perugia 17-19 novembre 1988, a cura di G. Gallo, Editoriale Umbra, Foligno 1989, pp. 105-118.

Archivio

L’archivio, conservato presso la sede camerale, ha subito ingenti dispersioni a causa del terremoto del 1908 e dei bombardamenti del 1943. Non è ordinato e si trova in mediocre stato di conservazione. Non è stato pertanto possibile individuare serie archivistiche, né precisare la consistenza del materiale. Si conserva documentazione a partire dal 1875.
A partire dal 1994 la Camera ha avviato l’archiviazione ottica delle pratiche, compresi gli allegati alle stesse. Essa riguarda prevalentemente il Registro Ditte.
La Camera ha ricevuto dal Tribunale civile le seguenti pratiche di ditte cessate: Barcellona Pozzo di Gotto, fascc. 180 (1920-1990 circa); Messina, fascc. 390 (1920-1990 circa); Mistretta, fascc. 150 (1920-1990 circa); Patti, fascc. 180 (1920-1990 circa). E inoltre il Registro Ditte Attive provenienti dal tribunale di Messina, fascc. 1.050 (s.d.).

 

 

Galleria fotografica

QR Code

Ricerca

(aaaa)
(aaaa)

Cerca incarichi professionali