.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > In evidenza > Milano: seminario sullo sviluppo sostenibile
Milano: seminario sullo sviluppo sostenibile

Milano torna a parlare di sostenibilità. Mercoledì 5 luglio, Aice-Associazione italiana commercio estero e Assocamerestero, in collaborazione con Icmq India, organizzeranno un seminario sul tema del responsible labelling e del suo ruolo di crescente importanza nell'ambito del commercio internazionale.

Relativamente al tema dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale, i marchi della moda si trovano tra due fuochi: da una parte un consumatore sempre più attento e selettivo nei suoi acquisti e dall'altra la necessità di ridurre i rischi di impatti avversi e costi inattesi su una catena di fornitura difficilmente controllabile.

La funzione del responsible labelling è proprio quella di trovare un punto di contatto tra il desiderio dei consumatori di disporre di informazioni credibili, possibilmente nel momento dell’acquisto, e quello delle aziende di possedere informazioni più affidabili sui rischi che corrono lungo le catene di fornitura. Nello specifico, si tratta di un sistema volontario di valutazione dei fornitori su tutti gli aspetti della responsabilità sociale (diritti umani, sicurezza, ambiente) effettuato da enti di terza parte indipendente. L'etichettatura fa riferimento a documenti internazionali che consentono al consumatore di identificare un prodotto come preferibile rispetto ad altri della medesima categoria sotto l’aspetto della responsabilità sociale del luogo in cui è stato realizzato.

Nel seminario sarà presentato Get it fair, primo schema di responsible labelling italiano a disposizione delle aziende di abbigliamento e calzature. Sviluppato coinvolgendo stakeholders italiani del sistema moda, il sistema è stato promosso nel mondo dalla rete delle Camere di commercio italiane all’estero.

Il forum sarà organizzato in tavole rotonde e parteciperanno rappresentanti del Mise-Ministero dello sviluppo economico, accademici, fashion designer, manager, presidenti e segretari generali di Camere di commercio italiane nel mondo e ong.

 

Fonte: www.mffashion.com