.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > In evidenza > Lavoro, ecco le caratteristiche più richieste dalle imprese lodigiane
Lavoro, ecco le caratteristiche più richieste dalle imprese lodigiane

Lavoro, ecco le caratteristiche più richieste dalle imprese lodigiane. L’elaborazione è della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Per chi cerca lavoro, ecco le caratteristiche più richieste dalle imprese nel Lodigiano e non solo. Ai primi posti ci sono flessibilità (per il 96%), lavoro di gruppo e autonomo (oltre 80%), problem solving (circa 80%) e sostenibilità ambientale (78%).

Sono queste le caratteristiche più richieste per le assunzioni dell’anno 2018 dalle imprese di Milano, Monza Brianza e Lodi secondo una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati sistema informativo Excelsior realizzato da Unioncamere in collaborazione con Anpal.

A Milano si chiede più lavoro di gruppo (88,7%),  problem solving (84%) e comunicare in lingue straniere (54%), a Monza e Lodi più flessibilità (96,6% e 96,4%).

 

Le competenze richieste dalle imprese

Le competenze richieste dalle imprese che hanno assunto nell’anno 2018 sono state diverse. La Camera di Commercio le ha così catalogate:

– flessibilità e adattamento, (richiesta dal 96% delle imprese che assumono a  Milano, dal 96,6% a Monza Brianza, dal 96,4% a Lodi)

– lavorare in gruppo (88,7%, 87,5%, 84,8%)

– lavorare in autonomia (84,6%, 84,7%, 81,6%)

– problem solving, (84%, 83,5%, 76,9%)

– risparmio energetico e sostenibilità ambientale ( 78,1%, 77,6% ,77,5%)

– comunicare in italiano informazioni dell’impresa (74,1%, 71,3% ,63,2%)

– utilizzare competenze digitali (66,3%, 66%, 58%)

– utilizzare linguaggi e metodi matematici e informatici (57,3%, 54,3%, 48,6%)

– comunicare in lingue straniere informazioni dell’impresa (53,9%, 48,9%, 42%)

– applicare tecnologie “4.0” per innovare processi (41,7%, 40,1% ,33,7%)

In particolare hanno richiesto capacità digitali e 4.0 ai dirigenti, lavoro di gruppo per i tecnici, flessibilità e adattamento agli impiegati, risparmio energetico ai conduttori di impianti e imprese di pulizia.

 

Fonte: giornaledilodi.it