.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > La "mission" di Green Jobs: 150 giovani per l'innovazione
La "mission" di Green Jobs: 150 giovani per l'innovazione

Lo scopo è duplice. Da un lato l’obiettivo è quello di aiutare i giovani a informarsi sulle “professioni green”, promuovendone un effettivo inserimento lavorativo. Dall’altro, invece, si cerca di sensibilizzare le aziende del territorio a sviluppare piccoli progetti di sostenibilità ambientale. È stato realizzato con queste premesse “Green Jobs”, il progetto ideato da Fondazione Cariplo e attuato da Actl – Associazione per la cultura e il tempo libero, con il supporto di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, Confcommercio e Camera di commercio di Milano.

L’ente camerale monzese ospiterà la presentazione dell’iniziativa alle aziende brianzole negli spazi del Belvedere della Reggia di Monza: l’appuntamento con “Il progetto Green Jobs : 150 giovani per portare in azienda l’innovazione green” è fissato per il prossimo lunedì, 25 gennaio, dalle 15.30 alle 18.30. Parteciperanno all’incontro Renato Mattioni (segretario generale Camera di commercio Mb), Elena Jachia (direttore area ambiente della Fondazione Cariplo), Alfredo Parodi (responsabile unità ambiente di Assolombarda Confindustria Mi-Mb), Marco Barbieri (vice segretario generale Confcommercio Milano - Lodi - Monza e Brianza), Paolo Pipere (responsabile servizio ambiente e ecosostenibilità della Camera di Commercio di Milano) e Marina Verderajme, presidente Actl. «Noi siamo l’ente attuatore – spiega Verderajme – Andiamo a bussare alle porte delle aziende green, quelle, cioè, che operano, ad esempio, nelle energie rinnovabili, nello smaltimento dei rifiuti e nella mobilità sostenibile, e cerchiamo di attivare delle attività di stage della durata massima di sei mesi. È importante ricordare che anche aziende che non possono essere definite green perché operano in altri settori, dall’alimentare ai servizi, possono comunque attivare programmi di responsabilità sociale sul tema».

Tantissime le aziende del territorio con cui Actl ha stretto rapporti (dalla Canali alla Cleaf, da Esprinet a Giochi Preziosi) e di prestigio quelle che hanno già aderito al nuovo progetto “Green Jobs”, tra cui l’Istituto di economia e politica dell’energia e dell’ambiente dell’università commerciale Luigi Bocconi e la Fondazione parco tecnologico padano. «I posti a disposizione sono 150 - precisa Marina Verderajme - siamo rimasti colpiti dall’elevato numero di candidature già pervenute». Possono presentare domanda giovani entro i 29 anni a patto che siano diplomati Itis o laureati da almeno quattro mesi. La partecipazione all’incontro del 25 è gratuita, necessaria l’iscrizione (chiamare allo 039/280 7598 o scrivere a eventi@mb.camcom.it). 

Fonte: www.ilcittadinomb.it