.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Risparmio energetico: i consigli di ottimizzazione per le aziende
Risparmio energetico: i consigli di ottimizzazione per le aziende

In un mondo del lavoro alle prese con un periodo di cambiamento radicale, il tema del risparmio energetico per le aziende assume una importanza particolare e da non sottovalutare.

Le nuove tecnologie offrono diverse soluzioni alle aziende per risparmiare nei processi produttivi e non solo. Ed il concetto è stato declinato anche dall’Unione Europea che ha dato vita allo Steeep, acronimo di Support and Training for an Excellent Energy Efficiency Performance (supporto e formazione per un ottimo rendimento in termini di efficienza energetica). Tale progetto si propone di offrire alle piccole e medie imprese, attraverso le Camere di commercio, una serie di informazioni e strumenti ad hoc per la valutazione e il miglioramento dell’efficienza energetica al loro interno.

A tale progetto partecipano 11 Paesi coordinati da Eurochambres, associazione delle Camere di commercio Europee. Per l’Italia Unioncamere coordina il gruppo di lavoro composto da sette unioni regionali (Piemonte, Lombardia, Marche, Molise, Liguria, Campania, Veneto) e tre Camere di commercio (Matera, Lucca e Aosta).

L’obiettivo è ridurre dal 10 al 15% i consumi di energia delle 130 imprese partecipanti, cui si offre un accompagnamento personalizzato che comprende anche una serie di momenti di incontro collettivi sul territorio.

Il progetto ha visto la creazione di una brochure con un decalogo del risparmio energetico che comprende regole semplici all’interno delle quali sono evidenziati anche gli effetti positivi offerti da semplici accorgimenti.

Come, ad esempio, abbassare la temperatura del riscaldamento di 1 °C e viceversa aumentare la temperatura del sistema di aria condizionata di 1 °C: “questo si tradurrà in circa il 6% di risparmio energetico”. Oppure sapere che una fotocopiatrice, lasciata accesa durante la notte, utilizza energia sufficiente per produrre più di 1500 copie.

E ancora ottimizzare il consumo del sistema di aria compressa, la cui riduzione della pressione di 0,5 bar significa 3,5 % in meno di consumo di energia.

I consigli, ovviamente, sono semplici, come ad esempio spegnere le luci se non necessario, oppure rendere la giornata di lavoro efficiente, ad esempio sfruttando quanto più possibile la luce naturale, scegliendo colori chiari per le pareti e lampade a basso consumo energetico e spolverandole almeno una volta l’anno.

Non manca il consiglio di spegnere le apparecchiature per l’ufficio, regolare i termostati, passare a una refrigerazione più intelligente ed eseguire una manutenzione regolare pulendo o cambiando i filtri degli impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento frequentemente.

Si continua con l’ottimizzazione del sistema di aria compressa, efficienza fin dall’inizio scegliendo nuove attrezzature secondo criteri specifici, monitorare il consumo di energia e confrontare le offerte scegliendo il contratto e il tipo di energia che meglio si adatta alle proprie esigenze e considerando anche il passaggio ad una tariffa di energia elettrica rinnovabile per la propria attività.

Tutti consigli semplici da seguire, in grado di far risparmiare e non poco sul consumo di energia all’interno delle nostre aziende. 

Fonte: www.casilinanews.it