.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Ambiente. A Ravenna un seminario per lo sviluppo dell'ecosistema nell'ambito energetico
Ambiente. A Ravenna un seminario per lo sviluppo dell'ecosistema nell'ambito energetico

Venerdì 18 maggio alle 14.30 a Ravenna, nell’ambito della undicesima edizione di “Fare i conti con l’ambiente” (LabeLab), si tiene nella Sala Verde della Camera di Commercio di Ravenna Best practice per lo sviluppo dell’ecosistema dell’innovazione nell’ambito energetico-ambientale, seminario organizzato dal Tecnopolo di Ravenna in collaborazione con Centro per l’Innovazione Fondazione Flaminia (Cifla), CertiMaC, Greentech Clust-ER ESS e Aster.

Nell’attuale era della conoscenza, in cui scienza, tecnologia e innovazione sono tra i principali motori del benessere sociale ed economico, appare prioritario ideare un modello di sviluppo sostenibile, dove il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente non comprometta la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri. 

A tal proposito, sempre più spesso sentiamo parlare di innovazione e di sviluppo sostenibile. Cosa sono? Come possiamo promuovere un cambiamento sostenibile? Cosa possiamo fare affinché l’innovazione supporti il benessere dei cittadini? Una risposta unica e corretta a questi quesiti a tutt’oggi non esiste, ma per sviluppare un nuovo modello di sviluppo è fondamentale condividere i saperi. 

Questo seminario mira a presentare e discutere, attraverso casi di studio concreti, alcuni metodi con cui gli attori della formazione, della ricerca, del mondo imprenditoriale e delle amministrazioni pubbliche interagiscono tra di loro per sviluppare il cosiddetto ecosistema dell’innovazione e promuovere la cultura della sostenibilità coinvolgendo i cittadini. 

In apertura, sono previste le relazioni dei soggetti dell’innovazione Cifla, Aster, Greentech Clust-ER e Tecnopolo di Ravenna; seguono i casi studio a cura di CertiMac, CNR ITAE e Università degli Studi di Bologna. I lavori saranno coordinati da Umberto Torelli, giornalista del Corriere della Sera.