.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > CSR business game, premio alle scuole di Portogruaro, Conegliano e Piove di Sacco
CSR business game, premio alle scuole di Portogruaro, Conegliano e Piove di Sacco

Nelle scuole venete si “gioca” alla responsabilità sociale d’impresa. E si vince: ad aggiudicarsi il primo premio nel concorso online «CSR Business Game», finanziato da Regione Veneto e Unioncamere del Veneto nell’ambito del Progetto CSR Veneto (DGR 3015/2013), è la squadra “Devastanti” dell’Isis Gino Luzzatto di Portogruaro (Venezia) guidata dalla professoressa Carmen Marzola, con 255 punti. Seconda classificata, con 250 punti, la squadra “CDV” dell’Isiss Da Collo di Conegliano (Treviso) guidata dalla professoressa Sonia Dalto. Sull’ultimo gradino del podio, con 243 punti, ecco la squadra “BZM” dell’Iis De Nicola di Piove di Sacco (Padova) guidata dalla professoressa Margherita Fano e dal professor Mattia Perrone. Alle tre squadre vincitrici sarà consegnato un attestato di merito.

Il concorso ha coinvolto 37 squadre – formate da studenti del triennio – appartenenti a cinque istituti superiori di tutto il Veneto. Si sono sfidate a colpi di Corporate Social Responsibility (CSR), simulando la gestione di una propria azienda applicando i temi della responsabilità sociale d’impresa e sfidando le altre aziende virtuali, formate dagli altri team di studenti. La graduatoria finale è online.

Il «CSR Business Game» rappresenta l’ultima attività del Progetto CSR Veneto, avviato nel 2007 dalla collaborazione tra Regione e Unioncamere del Veneto, che ha coinvolto 21 istituti secondari superiori, 45 docenti, 31 classi, 822 studenti, 28 imprese e 96 professionisti.

«L’interesse dimostrato per queste attività testimonia l’importanza dell’alternanza scuola-lavoro e della promozione della responsabilità sociale d’impresa – sottolinea Mario Pozza, presidente Unioncamere Veneto –. La riforma del sistema camerale ha attribuito alle Camere di Commercio un ruolo chiave nella gestione e promozione dell’alternanza scuola-lavoro, che le Camere svolgono ad esempio attraverso bandi per il finanziamento delle imprese che accolgono gli studenti  Unioncamere del Veneto e le Camere di Commercio della Regione sono inoltre impegnate da anni nella promozione della CSR perché credono fortemente sia la strada per contribuire a uno sviluppo sostenibile e competitivo del sistema economico e imprenditoriale».

Fonte: www.venetoeconomia.it