.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Green Jobs: quali sono e perché sono i lavori del futuro
Green Jobs: quali sono e perché sono i lavori del futuro

Green Jobs, insieme al settore informatico, sembrano essere i lavori del futuro, proposte che riusciranno a creare nuove occupazione e quindi nuovi posti d’impiego. Cosa sono i Green Jobs lo spiega di per se stessa la parola che mostra come questi lavori siano legati alla sostenibilità e al benessere del pianeta.

Si tratta quindi di impieghi che mirano a salvaguardare la Terra e il suo benessere, cercando di sostenere lo sviluppo umano senza però impattare in modo negativo sull’ambiente circostante.
La sempre maggiore attenzione a questi elementi sta portato ad una crescente richiesta di occupati nel settore, portando così molti giovani a rivolgere l’attenzione a questi settori.

I Green Jobs sono quindi tra i lavori del futuro, un settore su cui puntare, dal momento che si stima che, tra il 2019 e il 2023, la domanda per alcune figure crescerà sempre di più. Ma quali sono i Green Jobs su cui puntare? Quali settori interessano i Green Jobs?
Di seguito vediamo quali sono i Green Jobs, in che settori si andrà ad avere maggiore richiesta e soprattutto quanti saranno i posti di lavoro che si andranno a creare grazie a queste nuove «professioni verdi».

 

Quali sono i Green Jobs: settori e professioni del futuro

Anche in Italia il mercato del lavoro si sta pian piano aprendo alle nuove tendenze e dopo l’incremento dei posti di lavoro nel settore informatico, adesso anche la Green Economy attrae le aziende. A dirlo è un report Excelsior realizzato da Unioncamere e Anpal per il 2018 che mostra come il maggior fabbisogno occupazionale nei prossimi anni, oltre al digitale, interesserà anche l’ecosostenibilità.
Le professioni del futuro saranno quindi quelle legate al risparmio energetico, alla riforestazione delle aree non urbane e alla Green Economy più in generale. Green Jobs più ricercati per i prossimi anni saranno nei seguenti ambiti:

  • installazioni di pannelli fotovoltaici;
  • marketing green;
  • chimica green;
  • gestione e risparmio dell’energia;
  • agricoltura.

Per rispondere alla domanda quali sono i Green Jobs basterà quindi pensare a tutte le professioni che ruotano intorno all’ambiente, alla sostenibilità, all’economia circolare e al marketing ambientale. Tecnici dei pannelli solari, esperti di energia sostenibile e marketers ambientali sono solo alcune delle possibili declinazioni che si avranno in questo ambito. Ad essere molto ricercate saranno anche le figure di project manager esperti nel settore green, figure gestionali legate ai prodotti finanziari green, come ad esempio i Green Bond, project finance verdi come anche impiantisti per pannelli fotovoltaici.
Le aziende cercheranno sempre più figure di questo tipo per riuscire ad adeguarsi ai tempi e per non perdere le opportunità che il mercato, in forte crescita, sembra offrirà.

 

Perché i Green Jobs sono i lavori del futuro?

In base ai dati sembra che proprio le occupazioni in questi settori settori stiano già cominciando a creare nuovi posti di lavoro. Nel 2018 infatti un rapporto della Fondazione Symbola e Unioncamere, datato ottobre 2018, mostra come siano oltre 3 milioni gli occupati green in Italia, toccando così ben il 13% del totale dei lavoratori. I dati di Unioncamere mostrano 474.000 contratti attivati, ossia il 10,4% del totale per l’anno 2018.
Lombardia, Emilia Romagna e Lazio sono con i maggiori occupati in questo settore ad ottobre 2018, segnale che le amministrazioni locali hanno già compreso la portata della rivoluzione verde e le aziende hanno cominciato a creare posti di lavoro nel settore.

Il trend ci mostra come anche per la Green Economy sia lo stesso, dal momento che nel 2018 sono stati venduti prodotti finanziari verdi per 247 miliardi di dollari, a livello globale (dati di BloombergeNEF). Un record storico che mostra come anche i mercati finanziari comincino a vedere di buon occhi le opportunità che questo settore offre. 
Il mercato sembra quindi in espansione e a segnare record storici sono soprattutto i prestiti green, ossia legati alla sostenibilità delle risorse, che hanno segnato un netto incremento nel corso del 2018.

 

Fonte: www.money.it