.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Psr Umbria, il bando per le consulenze tecniche
Psr Umbria, il bando per le consulenze tecniche

E' aperto in Umbria il bando per finanziare le consulenze tecniche in agricoltura previste dalla sottomisura 2.1 del Psr.

L'obiettivo generale è quello di offrire un sistema di consulenza capace di rispondere ai fabbisogni puntuali delle aziende, promuovendo contestualmente l'innalzamento dei livelli di competitività delle imprese e di sviluppo sostenibile del territorio.

Possono partecipare al bando le aziende agricole presenti su tutto il territorio regionale regolarmente iscritte alla Camera di commercio.

Possono svolgere le attività di consulenza i soggetti pubblici o privati dotati di partita Iva e con sede legale nell'Unione europea, ma con almeno una sede operativa in Umbria, con personale adeguatamente formato e/o iscritto negli specifici albi professionali e con una esperienza lavorativa di almeno tre anni nel settore.

Le consulenze potranno riguardare la gestione agronomica e ambientale, la sicurezza sul lavoro, le pratiche agricole benefiche per il clima e l'ambiente, il rispetto della direttiva quadro sulle acque, l'agricoltura integrata, la valutazione dell'incidenza dei fattori ambientali sulle colture e sui loro parassiti, la valutazione delle performance economiche e la consulenza aigiovani agricoltori di primo insediamento.

Il bando finanzia i costi relativi all'onorario del consulente (54 euro l'ora), alle spese di viaggio e spese generali come le attività di coordinamento e amministrazione, la manutenzione dei locali ecc.

Il finanziamento copre l'80% dei costi, con un limite massimo di 3.326,40 euro di contributo ad azienda, pari ad una spesa complessiva di 4.158,00 Iva esclusa.

Su queste tematiche deve essere presentato un programma di consulenza e stipulato tra consulente ed azienda un contratto secondo il modello indicato nell'allegato 4 del bando.

Le attività di consulenza e la rendicontazione devono essere completate entro un anno dalla data di invio del nullaosta di concessione del sostegno.

Le domande devono essere inoltrate tramite il portale Sian entro il 15 settembre 2019 e, una volta compilata e rilasciata, la domanda va stampata, sottoscritta e trasmessa alla regione via Pec all'indirizzo:direzioneagricoltura.regione@postacert.umbria.it.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale e al testo completo del bando.