.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Londra, 5 - 8 novembre 2012 - Turismo responsabile per la prima volta nell'ambito del World Travel Market
Londra, 5 - 8 novembre 2012 - Turismo responsabile per la prima volta nell'ambito del World Travel Market

Di turismo responsabile abbiamo sentito parlare spesso, ma il turismo responsabile di genere è una davvero novità. Tutta italiana. A creare Gender Responsible Tourism(GRT), organizzazione ad hoc, è infatti stata un'italiana, Iaia Pedemonte, giornalista esperta di turismo, che qualche anno fa ha avuto l'intuizione di legare questo mondo a quello femminile. "Perché le donne si coniugano perfettamente con tutto ciò che riguarda il turismo. Sono creative, sensibili, costruttive. E dato che, mediamente, guadagnano meno degli uomini e, in alcuni Paesi, soffrono importanti discriminazioni, ho pensato che puntare sul turismo per dare loro un'opportunità di vita migliore sarebbe stato uno strumento concreto".

L'appuntamento di Londra. A parlare saranno direttamente loro, le donne del network Gender responsible tourism, studiose dei Criteri di genere nel turismo responsabile. "E' importante discuterne - continua Pedemonte - perché è un tema dalle grandi potenzialità, uno strumento per rafforzare le pari opportunità e l'occupazione, e quindi lo sviluppo sociale".

Puntare sul turismo responsabile di genere rappresenta dunque, in questo senso, un interessante punto di partenza. Nel 2007 la Unwto (Organizzazione Mondiale del Turismo) ha aperto una sezione sul genere e, in contemporanea, la Aitr (Associazione Italiana Turismo Responsabile) ha dato vita a un Tavolo di Genere, inviando uno Studio di Genere alla Unwto per la giornata del turismo e avviando una serie di iniziative mirate.

 Leggi l'articolo

Fonte: Repubblica.it