.:: Unioncamere ::.



Home > Bormioli Rocco Figlio Spa
Bormioli Rocco & Figlio Spa
Bormioli Rocco & Figlio Spa

Forma giuridica: Soc. per azioni
Camera di Commercio Parma



Sede
Viale Martiri Della Libertà 1
43036, Fidenza (Parma)
Informazioni Storiche
Profilo storicoNel 1825 Luigi Bormioli lasciava Altare nel Savonese per trasferirsi a Borgo San Donnino (dal 1927 ridenominata Fidenza) in provincia di Parma. Vi aveva già lavorato e con i soldi ereditati dal padre avviò una vetreria. Nel 1832, in seguito alla sua scomparsa, l'attività venne proseguita dalla moglie Petronilla, madre di sei figli con un settimo in arrivo: insieme ai figli Domenico, Rocco e Carlo avrebbe guidato l'impresa per 22 anni. Nel 1854 venne acquistata la Reale Fabbrica delle Maioliche e dei Vetri di Strada dei Farnese a Parma modificandone subito la denominazione in Vetreria Fratelli Bormioli. I fratelli si sarebbero divisi di lì a poco: Domenico rimase a Fidenza, Carlo e Rocco nel capoluogo. Negli anni seguenti l'azienda parmense iniziò a meccanizzare la produzione e per questo si trasferì nel più ampio impianto in zona San Leonardo. Nel 1880 la ragione sociale si trasformò in Vetreria Bormioli Rocco e Figlio. Alla morte Rocco, nel 1893, subentrò il figlio Luigi affiancato, nel periodo della Prima guerra mondiale, da due figli Alberto e Rocco. All'epoca l'azienda era una delle maggiori realtà industriali della città, posizione che confermerà anche nei due decenni seguenti. Nel primo dopoguerra con oltre 1600 dipendenti, l'impresa poté contare su di una rete commerciale a livello mondiale. Con Rocco Bormioli lavorava il figlio Pier Luigi, destinato a guidare l'impresa dopo esserne diventato direttore generale nel 1966. Negli anni '80, con l'acquisizione di altre aziende in Italia e all'estero, nacque il Gruppo Bormioli attivo sia nel tradizionale core business (prodotti in vetro per il settore casalingo e packaging industriale per quello farmaceutico, profumeria/cosmetica e alimentare), nonché nella produzione di contenitori in plastica. Negli anni '90, dopo la scomparsa di Pier Luigi Bormioli, il figlio Rocco fu costretto da una forte crisi finanziaria a cedere il pacchetto di maggioranza alla Banca Popolare di Lodi. Negli anni seguenti la società entrò a far parte del Gruppo Banca Popolare (attraverso le controllate Efibanca Spa e Partecipazioni Italiane) che nel corso del 2011 l’hanno ceduta al fondo di private equity Vision Capital. La Bormioli Rocco & Figlio Spa opera con nove stabilimenti produttivi (di cui 6 in Italia, 2 in Francia ed 1 in Spagna) e circa 2.700 dipendenti.
Attività storicaProduzione manufatti vetro
Descrizione attività storicavetraio
Data dichiarata avvio attività1854