.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Comunicati Stampa > L'Italia punta sui robot: in 10 anni quasi 6.000 brevetti tricolore registrati in Europa
L'Italia punta sui robot: in 10 anni quasi 6.000 brevetti tricolore registrati in Europa
/uploaded/Generale/Comunicazione/Comunicati Stampa/2020/robot1.jpg

Quasi 6mila dei 40mila brevetti italiani depositati in Europa in un decennio utilizza la tecnologia dei robot. A mostrarlo è l’analisi effettuata da Unioncamere–Dintec, sulla base dei brevetti pubblicati dall’European Patent Office (EPO) tra il 2010 e il 2019. Questa tecnologia ad alto tasso di innovazione sta progressivamente invadendo tutti i principali settori in cui tradizionalmente si esercita la capacità innovativa di imprese, enti e singoli inventori. Incluso il comparto delle tecnologie medicali, primo ambito di brevettazione italiana, le cui domande all’EPO sono cresciute del 30% rispetto a 10 anni fa.

Ciò ha contribuito molto a mantenere anche nel 2019 l’Italia, con le sue 4.242 invenzioni pubblicate, al quarto posto della classifica europea per numero di brevetti, alle spalle di Germania, Francia e Paesi Bassi. Una posizione ragguardevole, quindi, che però potrebbe presto essere sottratta al nostro Paese dalla Svezia, che sta crescendo con ritmi ben più incalzanti di quelli italiani (circa il 2,2% contro il nostro +1% annuo).

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 473.5kB
icona allegato
Comunicato stampa - pdf, 303kB

Data di pubblicazione: 09-11-2020

Condividi:

Riforma delle Camere di commercio