.:: Unioncamere ::.



Home > Comunicazione > Comunicati Stampa > Con la Convenzione di Vienna, meno barriere all'export per l'oreficeria Made in Italy
Con la Convenzione di Vienna, meno barriere all'export per l'oreficeria Made in Italy
/uploaded/Generale/Comunicazione/Comunicati Stampa/2021/oro1.png

L’Italia aderirà alla Convenzione di Vienna e questo si tradurrà in minori oneri e barriere all’esportazione per le 7.500 imprese italiane del settore orafo. Il 16 settembre scorso, infatti, il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge di adesione della Repubblica italiana alla Convenzione sul controllo e la marchiatura degli oggetti in metalli preziosi fatta a Vienna il 15 novembre 1972. Con questo atto si dà avvio all’iter legislativo che porterà l’Italia, dopo un percorso di circa 10 anni, all’atto finale della ratifica della Convenzione di Vienna.

Documenti

icona allegato
Comunicato stampa - doc, 90.5kB
icona allegato
Comunicato stampa - pdf, 819.2kB

Data di pubblicazione: 23-09-2021

Condividi:
Voci collegate

Riforma delle Camere di commercio