.:: Apprendimento, gestione, organizzazione ::.


Home > Ago > Lavoro PA > Innovazione nella PA > Collegato al Lavoro, nuove norme di riforma della PA
Collegato al Lavoro, nuove norme di riforma della PA
Approvato definitivamente lo scorso 19 ottobre, dopo due anni di gestazione e un rinvio alle Camere da parte del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, il disegno di legge n. 1441 quater-f  in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013) che contiene nuove e numerose norme di riforma della Pubblica Amministrazione. Tra le altre novità, le nuove norme contengono anche: modifiche alla legge 104 sui permessi per l'assistenza alle persone disabili: alcuni punti dell’articolo 33 di tale legge sono stati modificati (permessi per l’assistenza a portatori di handicap in situazione di gravità); l'ampliamento della possibilità di fruire della mobilità volontaria ex art. 30, D.Lgs. 165/2001, ossia passaggio diretto di personale, nella forma dell’assegnazione temporanea per un massimo di tre anni; nuove disposizioni in materia di pari opportunità: è istituito il “Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavoro e contro le discriminazioni”, formato da rappresentanti dell’amministrazione e dalle rappresentanze sindacali, che dovrà garantire e vigilare sull’effettiva pari opportunità tra uomini e donne, nonché a contrastare fenomeni di ‘mobbing’; la possibilità, per i dipendenti pubblici, di essere collocati in aspettativa non retribuita e senza decorrenza dell'anzianità di servizio, per un periodo massimo di dodici mesi, anche per avviare attività professionali e imprenditoriali. Per approfondire: www.innovazionepa.gov.it
Data di pubblicazione 21/07/2014 00:00
Data di aggiornamento 22/10/2010 11:59