.:: Apprendimento, gestione, organizzazione ::.


Home > Ago > Lavoro PA > L'esperto risponde > Accesso all'impiego > Due dipendenti sono transitati, con diritto alla conservazione del posto per la durata dell periodo di prova, in altro E...
Due dipendenti sono transitati, con diritto alla conservazione del posto per la durata dell periodo di prova, in altro E...
Due dipendenti sono transitati, con diritto alla conservazione del posto per la durata dell periodo di prova, in altro Ente. L'ente si trova nella necessitĂ  di sostituire temporaneamente tali lavoratori: si chiede, pertanto, di conoscere se sia possibile utilizzare la graduatoria vigente di un concorso per assunzione a tempo indeterminato per assumere con contratto a termine due unitĂ  per il periodo di prova dei dipendenti dimissionari, considerando che il bando del concorso di cui alla graduatoria in argomento non prevedeva la specificazione della facoltĂ  di utilizzo della graduatoria medesima anche per contratti a termine.
Se la precedente graduatoria si riferisce a posti di pari categoria e profilo, saremmo orientati a ritenere che sia possibile procedere nel senso da voi indicato, anche se il bando non faceva alcun riferimento a contratti a termine (attenzione solo ai vincoli della finanziaria). Infatti, secondo la giurisprudenza, “la procedura di scorrimento delle graduatorie concorsuali, rectius dell'utilizzazione delle graduatorie anche oltre i termini e le modalità prefissate nella singola procedura concorsuale, risponde a finalità ed esigenze che ovviamente prescindono dal comprensibile interesse del singolo (l'idoneo) alla copertura effettiva del posto, e che sono proprie dell'amministrazione, finalità per cui è principale interesse di questa ovviare alla vacanza sopravvenuta di posti in organico avvalendosi della graduatoria di un precedente concorso, piuttosto che procedere all'avvio di un nuovo (costoso e lungo) procedimento concorsuale; tuttavia tale possibilità di "scorrimento" della graduatoria è un istituto ovviamente eccezionale Â…, possibilità che puòessere legittimamente esercitata nel contesto di alcune indispensabili circostanze: a) lo scorrimento delle graduatorie è sempre e comunque una facoltà dell'amministrazione; b) per il legittimo esercizio di tale eccezionale facoltà occorre non solo la disponibilità del posto, ma l'interesse concreto e riconosciuto dell'amministrazione a procedere alla sua copertura(Consiglio Stato, sez. V, 16 ottobre 2002, n. 5611). Nel vostro caso, stando a un parere reso dallÂ’Aran in un verbale del Tavolo tecnico del 1996, i posti lasciati liberi dovrebbero considerarsi vacanti ma non disponibili. Tuttavia, non crediamo che questo rappresenti un problema insormontabile; infatti, vale forse la pena di evidenziare che: § lÂ’Aran, con ogni probabilità, voleva solo chiarire che fino a quando sussiste lÂ’obbligo della conservazione di quei posti non è possibile assumervi personale a tempo indeterminato; è in questo senso che essi devono considerarsi indisponibili; § il contratto a termine puòessere stipulato anche in sostituzione di chi, pur continuando ad occupare il posto, è solo temporaneamente assente (si pensi alla lavoratrice in maternità); sembrerebbe strano escludere la possibilità di stipulare tale contratto quando il posto è addirittura vacante. Attenzione solo a motivare molto bene sul perchè ritenete preferibile utilizzare la graduatoria già esistente anzichè bandire un concorso e ad evidenziare chiaramente qual è lÂ’interesse concreto e riconosciuto dell'amministrazione a procedere alla stipulazione dei contratti a termine nelle more del superamento del periodo di prova dei vostri ex dipendenti; attenzione anche a precisare, in tali contratti a termine, che il rapporto si risolverà immediatamente allÂ’eventuale rientro dei beneficiari della conservazione del posto.
Data di pubblicazione 12/09/2014 00:00
Data di aggiornamento 24/06/2009 20:09