.:: Apprendimento, gestione, organizzazione ::.


Home > Ago > Lavoro PA > L'esperto risponde > Accesso all'impiego > L'articolo 2 del DPR n. 3 del 10/1/1957 e l'articolo 2 del DPR n. 487 del 9/5/1994 prescrivono, quale requisito per l'ac...
L'articolo 2 del DPR n. 3 del 10/1/1957 e l'articolo 2 del DPR n. 487 del 9/5/1994 prescrivono, quale requisito per l'ac...
L'articolo 2 del DPR n. 3 del 10/1/1957 e l'articolo 2 del DPR n. 487 del 9/5/1994 prescrivono, quale requisito per l'accesso al pubblico impiego, la idoneità fisica. Per dimostrare tale requisito gli enti pubblici richiedono solitamente il certificato "di sana e robusta costituzione" o "di idoneità fisica" rilasciato dall'AUSL. E' legittimo per gli enti pubblici sostituire tale certificazione con un documento rilasciato dal medico competente di cui al decreto legislativo n. 626 del 19/9/1994, contenente l'esito degli accertamenti svolti ai sensi dell'articolo 16 del decreto medesimo? O serve necessariamente una legge regionale come la n. 12 del 2003 emanata dalla Regione Lombardia?
Il possesso del requisito dell'idoneità fisica all'impiego puòessere documentato dall'interessato attraverso un qualunque certificato medico che attesti che egli è fisicamente idoneo al servizio continuativo ed incondizionato nell'impiego cui aspira, fermo restando che l'ente, ove lo ritenga opportuno, puòprocedere in ogni momento all'accertamento diretto di tale requisito avvalendosi (v. artt.15, 6 e 9 DPR 461/2001) della commissione territorialmente competente, composta da tre ufficiali medici, o della commissione medica della ASL (art.1 L.295/1990) o della commissione medica di verifica di cui all'art.2bis del D.Lgs.157/1997 e successive modifiche. Quanto sopra sembra confermato anche da T.A.R. Puglia - Lecce, 5 giugno 1982, n. 186: "Il requisito dell'idoneità fisica all'impiego deve essere documentato a cura dell'interessato, ai sensi dell'art.11 d.P.R. 3 maggio 1957 n. 686, con un certificato medico attestante l'idoneità fisica al servizio continuativo ed incondizionato nell'impiego cui il concorrente aspira; peraltro, tale prescrizione non esclude che l'amministrazione possa in ogni tempo procedere all'accertamento diretto del requisito dell'idoneità fisica, anche durante lo svolgimento del rapporto d'impiego┬ů".
Data di pubblicazione 12/09/2014 00:00
Data di aggiornamento 24/06/2009 20:09