.:: Apprendimento, gestione, organizzazione ::.


Home > Ago > Lavoro PA > L'esperto risponde > Trattamento economico > Questo Ente avrebbe intenzione di attribuire un compenso aggiuntivo forfettario annuo ad un responsabile di un ufficio c...
Questo Ente avrebbe intenzione di attribuire un compenso aggiuntivo forfettario annuo ad un responsabile di un ufficio c...
Questo Ente avrebbe intenzione di attribuire un compenso aggiuntivo forfettario annuo ad un responsabile di un ufficio comunale, mi potete indicare quale procedura è possibile utilizzare senza dover ricorrere necessariamente alla concertazione, e se l'eventuale indennità aggiuntiva potrebbe essere finalizzata ad un progetto specifico senza dover necessariamente corrispondere l'indennità di Posizione Organizzativa in quanto l'Ente è dotato di dirigenza. Grazie
Il quesito è un po vago, ma, in ogni caso, riteniamo utile evidenziare che ai sensi dellÂ’art.2, comma 3 del D.Lgs.165/2001, l'attribuzione di trattamenti economici al personale puòavvenire esclusivamente mediante contratti collettivi o, alle condizioni da questi previste, mediante contratti individuali. In sostanza, per quanto riguarda il trattamento economico del personale non è possibile prescindere dalle previsioni dei contratti collettivi nazionali e integrativi decentrati. Per quanto riguarda i responsabili degli uffici dei Comuni con dirigenti, non essendo possibile applicare lÂ’art.11 del CCNL del 31.3.1999 (rivolto ai soli Comuni privi di dirigenti), gli stessi potranno essere remunerati, ricorrendone le condizioni, attraverso lÂ’applicazione della disciplina generale dellÂ’area delle posizioni organizzative (artt.8-10 del CCNL del 31.3.1999); se anche questa disciplina risultasse inapplicabile, è possibile ricorrere al compenso per particolari responsabilità previsto dallÂ’art.17, comma 2 lettera f) del CCNL dellÂ’1.4.1999; ricordiamo, però, che in base allÂ’art.4, comma 1 lettera c) dello stesso CCNL, spetta alla contrattazione integrativa stabilire fattispecie, valori, criteri e procedure per il pagamento del predetto compenso (sempre nei limiti stabiliti dal CCNL). Quanto alla remunerazione di specifici progetti, ricordiamo che, ai sensi dellÂ’art.37 del CCNL del 22.1.2004, tali compensi: sono strettamente correlati ad effettivi incrementi della produttività e ad effettivi miglioramenti dei servizi, da intendersi come risultato aggiuntivo apprezzabile rispetto al risultato atteso dalla normale prestazione lavorativa; possono essere erogati solo a conclusione del periodico processo di valutazione delle prestazioni e dei risultati e solo in base ai risultati effettivamente conseguiti ed accertati, escludendosi ogni tipo di automatismo. Pertanto, deve escludersi ogni forma di forfettizzazione degli stessi.
Data di pubblicazione 12/09/2014 00:00
Data di aggiornamento 24/06/2009 20:10