.:: Apprendimento, gestione, organizzazione ::.


Home > Ago > Lavoro PA > L'esperto risponde > Trattamento economico > Trattamento economico
Trattamento economico
L'art. 71 c.1. della legge 133/08 nello stabilire la decurtazione per i periodi di assenza dal lavoro per malattia, fa salvo i casi di assenza per malattia dovute ad infortunio sil lavoro, a causa di servizio ecc.- Premesso che l' Ente è già in possesso di certificazione ufficiale di riconoscimento di malattia da causa di servizio (confermata dal Comitato di Verifica di Roma e già liquidata ai fini dell'equo indennizzo) , su chi incombe l'onere di certificazione ai fini della prova di una malattia attuale riconducibile a quella già riconosciuta atteso che la legge nulla dice al riguardo? Nel particolare potrà mai il medico di fiducia provvedere a tale certificazione ovvero sarà la P.A. ad effettuare verifica degli atti in suo possesso anche al fine di evitare istanza di visita medico - legale - fiscale come per' altro sembra desumersi da alcune circolari della Funzione Pubblica? Si ringrazia
Riteniamo che il vostro problema possa essere risolto alla luce delle indicazioni fornite dal Dipartimento della Funzione Pubblica nel parere 2/2010 (facilmente reperibile sul sito del Dipartimento), nel quale, a proposito dei casi di esclusione dall’obbligo di reperibilità (tra i quali proprio quello delle malattie derivanti da causa di servizio), si legge (pagina 2): “Le ipotesi di esclusione sono quindi motivate da un’esigenza di economicità dell’azione amministrativa; infatti, mediante la norma si evita una duplicazione di attività, lì dove unaccertamento è stato già effettuato ovvero una conoscenza già acquisita, e si evitano accessi aldomicilio o appuntamenti ambulatoriali infruttuosi …. Per quanto riguarda i casi di cui al comma 1 dell’art. 2 del decreto ministeriale,l’amministrazione può riconoscere la sussistenza del regime di esenzione solo quando la stessa è inpossesso della necessaria documentazione formale, consistente nella documentazione relativa allacausa di servizio, all’accertamento legale dell’invalidità, alla denuncia di infortunio e nel certificatodi malattia che giustifica l’assenza dal servizio e che indica la causa di esenzione. Pertanto, è il certificato medico a dover indicare la riconducibilità delle singole assenze alla malattia per la quale è stata già riconosciuta la causa di servizio.  

Voci collegate

Data di pubblicazione 12/09/2014 00:00
Data di aggiornamento 05/03/2013 13:26