.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Le Buone Idee: il progetto ecologico per bambini (6-11anni)
Le Buone Idee: il progetto ecologico per bambini (6-11anni)

La sostenibilità ambientale sale in cattedra: Bestack porta le tematiche ecologiche nelle scuole attraverso laboratori, visite guidate e concorsi per i piccoli.

Insegnare ai bambini la meraviglia di un mondo pulito e le buone azioni per costruirlo: la sensibilità verso i temi legati all’ambiente va coltivata sin da piccoli, attraverso pratiche quotidiane ma anche divertenti attività scolastiche. In questo contesto si inserisce il progetto Le Buone Idee, promosso dal consorzio nazionale dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta Bestack, che porta nelle scuole elementari di tutta Italia alcune iniziative a tema ecologico.

Le "buone idee" sono proprio quelle che non inquinano, e che si possono riutilizzare all’infinito, come la carta e il cartone, riciclabili nella loro totalità. Martina, la testimonial dei progetti porta sui banchi di scuola iniziative ludico-didattiche mirate a sensibilizzare gli alunni di classi quarte e quinte e i loro insegnanti sui risvolti ambientali dei packaging e degli imballaggi, sull’importanza dei materiali rinnovabili, e sulla corretta alimentazione a base di frutta e verdura.

Fino al 31° ottobre inoltre sono aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2013/2014 al concorso di creatività inserito nel progetto, che impegna i ragazzi nel cimentarsi alle prese con la multimedialità e i concetti di sostenibilità: si chiede alle classi di presentare degli elaborati grafici – vignette, illustrazioni o fumetti -che abbiano per tema la carta e il cartone, gli imballaggi, la loro provenienza e riciclo. Per comunicare la propria adesione le scuole devono registrarsi online, sulla piattaforma web del Consorzio Bestack creata apposta per l’iniziativa (www.bestack.com/progettodellebuoneidee). I vincitori del concorso - giudicati da una giuria composta da un fumettista professionista, un esperto ambientale e un educatore – si aggiudicheranno un primo premio che consiste in una lezione per imparare a disegnare fumetti e cartoon. Il secondo premio sarà invece una visita guidata in un’oasi WWF, mentre il terzo classificato riceverà un abbonamento a riviste del settore.

Tuttavia, non sono solo i piccoli a dover imparare: è prevista infatti un’attività di formazione per insegnanti e genitori (sempre delle classi quarte e quinte) sui temi legati all’eco-sostenibilità, dall’inquinamento ai consumi, passando per i materiali rinnovabili e il riciclo. Nella piattaforma web dedicata al Progetto delle buone idee sono inoltre disponibili una guida per l’insegnante e il genitore composta da quattro schede didattiche che hanno come protagonista Martina, e quattro video lezioni, dove il suo disegnatore ne spiega i contenuti e rivela i trucchi per realizzare un vero fumetto.

Fonte: NEXTA