.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Ambiente, quattro comuni del Fermano premiati per la raccolta differenziata
Ambiente, quattro comuni del Fermano premiati per la raccolta differenziata

La raccolta differenziata porta a porta premia. Ne sono testimoni i quattro comuni della Provincia di Fermo che sono stati premiati nell'ambito di Comuni Ricicloni per la Regione Marche, iniziativa promossa dall'assessorato all'Ambiente della Regione Marche e Legambiente Marche, per premiare i comuni che hanno superato il 65% di raccolta differenziata nel 2012.
A vincere la sfida della corretta gestione dei rifiuti sono stati i comuni di Pedaso (71,03%), Altidona (65,80%), Torre San Patrizio (65,33%) e Porto San Giorgio (65,23%).

Sono 74, in totale, i comuni marchigiani che hanno superato il 65% di raccolta differenziata prevista dalla legge nell'anno 2012 e che si aggiudicano gli 82mila euro messi in palio dalla Regione oltre che una targa ricordo realizzata in materiale riciclato. Il premio economico è stato calcolato in base alla percentuale di raccolta differenziata e al numero di abitanti, con particolare attenzione ai comuni che hanno superato la soglia dell'80% e i 30mila abitanti.

Alla premiazione, che si è svolta presso la Sala del Consiglio della Provincia di Fermo, ha preso parte Maura Malaspina, assessore all’Ambiente della Regione. «Le Marche hanno conseguito nel 2012 circa il 56% di differenziata, con un incremento di ben 8 punti percentuali rispetto al 48% registrato nel 2011. La raccolta differenziata ha finalmente superato il quantitativo di rifiuti raccolti in modo indifferenziato. L’incremento è significativo: è stato più che raddoppiato il dato del 2008. Prendendo proprio esempio da 4 comuni premiati nel fermano si cercherà di operare maggiormente per raggiungere gli obiettivi in campo ambientale. Infatti grazie al sistema premiale introdotto dalla Regione i comuni che hanno superato la fatidica soglia del 65 % di raccolta differenziata pagheranno il tributo speciale per lo smaltimento in discarica in forma ridotta.
La prossima sfida - ha concluso l'assessore Malaspina - è quella rappresentata da un ulteriore cambio culturale che chiede di passare dalla differenziazione dei rifiuti ad obiettivi di recupero, infatti la raccolta differenziata è uno strumento necessario ma non sufficiente per far divenire la Marche una “società del riciclaggio” così come l'Unione europea, e ancor più la società globale, richiede».

La percentuale di raccolta differenziata nella Provincia di Fermo si attesta, per l'anno 2012, al 42,75%, con un incremento del 5,99% rispetto all'anno precedente; dati al di sotto della media regionale che per la percentuale di raccolta differenziata è al 56,11% con una crescita del 7,23% rispetto al 2011. Ogni abitante della Provincia, all'anno, differenzia 196kg contro i 283kg della media regionale ma produce meno rifiuti rispetto alla media regionale, 467kg in Provincia contro i 526kg della Regione.

Fonte: Il Messaggero Marche