.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > WiGreen, forum sulla sostenibilità ambientale
WiGreen, forum sulla sostenibilità ambientale

 Nel corso dell'incontro gli Stati generali della green economy presenteranno un pacchetto di misure per portare l’Italia verso una ripresa degli investimenti e dell’occupazione.

Si partirà dal tema dello spreco alimentare per arrivare alle conseguenze economiche che tale comportamento genera, con ripercussioni per l’intero pianeta. La sostenibilità è un criterio che oggi deve necessariamente viaggiare a braccetto con l’economia. Gli investimenti richiedono sempre un certo ritorno, ma trascurare l'impatto ambientale, ovvero i potenziali danni prodotti all’ecosistema dall'intero ciclo di trasformazione delle materie prime, non è più possibile. "Occorre un cambiamento culturale: la green economy rappresenta un nuovo paradigma di sviluppo economico che può assicurare occupazione, investimenti e ritorni a medio e lungo termine", spiega Alessandra Bailo Modesti, project manager degli Stati generali della green economy, Fondazione Sviluppo sostenibile, e relatrice sul tema nel corso di WiGreen. L’idea di Global Green New Deal è stata lanciata dall’Unep nel 2009. Il rischio che la contingenza economica potesse far abbassare la guardia riposta a tutela del capitale naturale ha spinto economisti, ambientalisti ed esponenti della comunità scientifica a proporre delle misure che puntassero a promuovere una green economy come chiave di un Green New Deal. "Da una parte vogliamo richiamare l’attenzione sui rischi che comporterebbe una ripresa economica basata su una bassa efficienza energetica, su fonti energetiche fossili, su un elevato utilizzo di materiali e di risorse naturali, nonché sul disinteresse per l’aggravarsi della crisi climatica. Dall’altra, invece, illustriamo le opportunità offerte da un Green New Deal".

Leggi l'articolo

Fonte: agronotizie.imagelinenetwork.com