.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > CCIAA Ravenna: PREMIO "AMBIENTE & FUTURO" edizione 2014
CCIAA Ravenna: PREMIO "AMBIENTE & FUTURO" edizione 2014

La Camera di Commercio di Ravenna, impegnata sul fronte ambientale per il perseguimento di un sempre più elevato standard di qualità e sostenibilità dello sviluppo e sul fronte dell'orientamento, della formazione e dell'integrazione fra imprese e sistema scolastico, nell'ambito dell'edizione 2014 del Premio “Ambiente & Futuro” ha indetto due bandi di gara, uno rivolto alle scuole medie superiori della provincia, e l'altro alle imprese con sede e/o almeno una unità locale in provincia.
PREMIO "AMBIENTE & FUTURO" edizione 2014

Con questo premio la Camera di Commercio di Ravenna vuole sensibilizzare istituzioni, associazioni, scuole e opinione pubblica sulle problematiche riguardanti l’ambiente e contemporaneamente evidenziare i vantaggi competitivi del binomio innovazione tecnologica ed ecologia.

Sezione imprese:

La valutazione complessiva delle domande, con riferimento a progetti realizzati nel biennio  2012/2013 che non abbiano ricevuto ulteriori premi o riconoscimenti pubblici, avverrà in base ai seguenti elementi:

  • Realizzazione di una eco-innovazione relativa ad un prodotto: si possono candidare imprese che abbiano sviluppato prodotti o servizi in grado di assicurare un
    contributo concreto allo sviluppo sostenibile. I prodotti/servizi potranno essere di nuova concezione o l’evoluzione di modelli già esistenti, in grado di promuovere
    metodi di produzione e stili di consumo sostenibili. I prodotti/servizi dovranno rispondere alle rinnovate esigenze dei consumatori e migliorare concretamente la
    qualità della vita, riducendo l’uso di risorse naturali e materiali tossici e la produzione di rifiuti;
  • Realizzazione di una eco-innovazione relativa ad un processo/tecnologia: si  possono candidare imprese che abbiano sviluppato e applicato tecnologie di  produzione che apportino miglioramenti in termini di impatto ambientale e un  contributo concreto allo sviluppo sostenibile. La tecnologia potrà riferirsi ad un  processo (o una tecnica) di nuova concezione o riguardare un’evoluzione di un processo (o tecnica) già esistente.

I progetti dovranno presentare benefici ambientali quali ad esempio:

  • la diminuzione di consumo di risorse non rinnovabili (materiali ed energetiche) e la riduzione di inquinamento e di rifiuti prodotti (in quantità e pericolosità);
  • l'uso di risorse rinnovabili, la valorizzazione o la rigenerazione di risorse locali, il miglior utilizzo di infrastrutture esistenti;
  • il potenziale impatto dell'innovazione sul sistema produttivo o di consumi in generale, tenendo conto delle situazione di partenza e dell'efficienza relativa rispetto ad attività simili;
  • riduzione di emissioni inquinanti che vadano ad alterare il clima;
  • riduzione della produzione di rifiuti e/o imballaggi;
  • maggiore efficienza nella gestione e smaltimento dei rifiuti prodotti.
Fonte: Camera di commercio di Ravenna