.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Le rinnovabili fanno bene alla salute: minori spese per la sanità
Le rinnovabili fanno bene alla salute: minori spese per la sanità

 I progetti che aumentano la quota di energia rinnovabile prodotta o l’efficienza energetica comportano anche un miglioramento nella salute dei cittadini delle aree interessate, che puo’ essere tradotto in minori spese per decine, e in qualche caso centinaia di milioni. A calcolare i possibili risparmi e’ stato uno studio del Mit, pubblicato su Nature Climate Change.
I ricercatori hanno valutato l’impatto di quattro differenti installazioni di impianti di energia rinnovabile o di misure per l’efficienza energetica in sei diverse zone degli Usa, caratterizzate da ‘mix energetici’ diversi. Per ognuno dei 24 scenari sono stati calcolati i vantaggi dal punto di vista della salute pubblica, che vanno da 5,7 milioni di dollari l’anno per zone poco abitate dove predominano le centrali a gas, come la Pennsylvania, fino a 210 milioni di dollari l’anno per metropoli come Chicago o Cincinnati, dove all’alto numero di persone esposte agli inquinanti prodotti dalle centrali si somma un forte uso del carbone. “Spesso si parla di rinnovabili solo in termini di benefici per il clima, che le persone tipicamente vedono come a lungo termine e poco legati alla propria condizione – scrivono gli autori -. Ma la cosa interessante dei benefici per la salute e’ che l’impatto si ha in poco tempo e nella stessa area dove sono prese le misure”.

Fonte: www.nature.com