.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Camere Commercio: Ancona, 300 mila euro a Pmi giovani
Camere Commercio: Ancona, 300 mila euro a Pmi giovani

Il secondo trimestre 2017 si chiude per la provincia di Ancona con un saldo positivo rispetto all'andamento delle imprese: sono 46.477 le imprese registrate (40.688 le attive), nel periodo aprile-giugno 2017 ne sono state aperte 691, dato sostanzialmente in linea con quello nazionale e regionale e con quello provinciale dello scorso anno, anche se in leggera flessione. Crescono soprattutto le società di capitale e, guardando ai comparti, in primo luogo dalla componente dei servizi, con un apporto di +131 unità, dove spicca il saldo dello stock del settore turistico (alloggio e ristorazione), pari a +43. Anche il commercio chiude il trimestre in positivo con un saldo dello stock pari a +56; seguono agricoltura, industria e costruzione. "Siamo cauti nel parlare di ripresa - commenta il Presidente della Camera di Commercio di Ancona Giorgio Cataldi - siamo invece assolutamente determinati nell'agire a favore delle nostre imprese, specie le piccole e micro che compongono il nostro tessuto territoriale, concentrandoci soprattutto sul fronte dell'innovazione e della digitalizzazione, che poi si traducono in capacità di internazionalizzare. Chi innova di più esporta di più e di solito è più sostenibile in termini sociali e ambientali. L'ultima indagine Movimprese rivela anche che alla fine del secondo trimestre 2017 le startup innovative della provincia di Ancona sono 125, al quarto posto tra le province italiane". Cataldi ricorda inoltre "l'assegnazione, appena avvenuta, di voucher alle Pmi ancora in fase di start up (under 5) per un valore di 300 mila auro, un risultato importante che la Camera di Ancona è riuscita a perseguire pur nel guado della riforma e nonostante l'ulteriore contrazione delle risorse da parte del Governo Centrale". Inoltre la Cciaa di Ancona non ha ignorato la calamità sismica, che ha riguardato in parte anche la provincia anconetana, specie per impatti di tipo indiretto: "le misure previste nel fondo istituito da Unioncamere nazionale al finanziamento di un bando disponibile sul sito www.an.camcom.gov.it per l'assegnazione di voucher del valore complessivo di 130 mila euro per le imprese di Fabriano e Cerreto d'Esi". Ci sono poi 200 mila euro per sostenere i progetti di digitalizzazione delle Pmi e oltre 100 mila per incentivare i percorsi di alternanza scuola-lavoro. 

Fonte: Camera di commercio di Ancona