.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Boom delle rinnovabili in Campania, Irpinia sempre più green
Boom delle rinnovabili in Campania, Irpinia sempre più green

In Italia le rinnovabili, soprattutto il fotovoltaico, continuano a crescere, mietendo numeri in continua ascesa. La regione Campania fa registrare un aumento del 100,8% dal 2010 e il risultato oggi è che il 30% dell’energia consumata nella regione campana proviene dagli impianti di produzione naturale, come solare ed eolico.

Una concentrazione che tocca tutti i Comuni, anche se a distinguersi sono in particolare quelli dell’Irpinia. In termini di produzione di energia la provincia di Avellino domina infatti questa speciale classifica (1.408,7 GWh/anno), per la maggior parte dovuta al grande sviluppo dell’eolico, seguita da Napoli e Benevento.

 

Sempre più aziende scelgono le energie rinnovabili in Italia

Il mondo imprenditoriale ha sempre avuto un ruolo importante nella crescita delle rinnovabili, fin dai tempi dei primi bandi energia. Inizialmente soprattutto le grandi aziende investivano nelle energie green, ma ormai non c’è più nessuna ditta, grande o piccola che sia, che non valuti la possibilità di installare un impianto fotovoltaico. Questo anche perché secondo un’opinione diffusa l’investimento per installare i moduli fotovoltaici risulta troppo oneroso. La sensibilità su questi temi risulta comunque alta, molte aziende infatti scelgono offerte per l’energia elettrica ricavata da fonti 100% rinnovabili. La vocazione ecosostenibile viene rispettata con un occhio al risparmio e premiata tramite una certificazione ad hoc: in questo modo si contribuisce ad alimentare un mercato già in ascesa e si aiuta l’ambiente.

 

Le imprese green in Italia: posti di lavoro e crescita

Oltre che nel settore privato, le installazioni di pannelli solari difatti sono oramai un trend anche presso le aziende, tanto che, ad oggi, in Italia, sono più di 10.000 ad aver scelto l’energia solare. Il settore del fotovoltaico rischia di segnare sul calendario un altro anno-record, segnando punti in favore dell’ambiente e creando nello stesso tempo anche occupazione. Lo confermano pienamente anche i dati dell’analisi di Uecoop, “l’Unione europea delle cooperative”. Il fotovoltaico in Italia è uno dei settori che gode di maggior salute, e sta diventando sempre più un’opportunità importante per chi cerca lavoro.

Basti solo considerare il numero di ingegneri specializzati che servono e serviranno per progettare 822.301 impianti installati e funzionanti, contro i 71.228 del 2009. Anche i numeri delle imprese che operano nel settore delle rinnovabili crescono a vista d’occhio, in termini di fatturato e forza lavoro: rappresentano una fonte occupazionale rilevante e creano figure specializzate. Sempre secondo le indagini di Uecoop, sviluppate sui dati della Camera di Commercio di Milano, le imprese che lavorano nel ramo energia sono cresciute passando da 71.000 a 80.000 in soli 5 anni. E, per quanto riguarda la forza lavoro, sul piano nazionale il personale specializzato di settore ammonta a 532.488 unità, impiegato specialmente in aziende che forniscono servizi. E le previsioni sono anche più rosee visto che, nei 4 anni che verranno, le imprese che operano nel settore delle rinnovabili creeranno il 19% dei nuovi posti di lavoro previsti.

Fonte: www.primativvu.it