.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Industria e servizi: un'impresa su tre nel 2021 investe in tecnologie verdi
Industria e servizi: un'impresa su tre nel 2021 investe in tecnologie verdi

Un terzo (28 percento) delle imprese dell’industria e dei servizi in provincia di Ravenna ha investito, o lo farà quest’anno, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2.

Il dato è diffuso dalla Camera di Commercio dopo la dodicesima edizione di GreenItaly, il rapporto realizzato dalla Fondazione Symbola e da Unioncamere. Per il territorio locale si può parlare di una propensione che abbraccia tutti i settori dell’economia: da quelli più tradizionali a quelli high tech, dall’agroalimentare all’edilizia, dalla manifattura alla chimica, dall’energia ai rifiuti. L’orientamento green si conferma, dunque, un fattore strategico per la provincia: alla green economy si deve poco meno del 14 percento del valore aggiunto del Pil provinciale, e oltre il 12 percento delle assunzioni previste dalle imprese ravennati per i prossimi mesi riguarderà figure professionali legate alla sostenibilità.

Tra le professioni più richieste dalle imprese, l’installatore di impianti termici a basso impatto, l’ingegnere energetico, l’auditor esperto in emissioni di gas serra in atmosfera, lo statistico ambientale, l’operatore marketing delle produzioni agroalimentari biologiche, il risk manager ambientale, l’ingegnere dell’emergenza, il progettista di architetture sostenibili, l’esperto in demolizione per il recupero dei materiali, l’esperto del restauro urbano storico, il serramentista sostenibile e l’esperto nella commercializzazione dei prodotti di riciclo.

Le aziende green hanno, inoltre, un dinamismo sui mercati esteri nettamente superiore al resto del sistema produttivo ravennate: esportano nel 20 percento dei casi, a fronte del 12 percento di quelle che non investono nel verde. Nella manifattura, il 45 contro il 27. E sono più presenti nei mercati extra-europei. Ancora, le imprese green innovano di più delle altre: il 23 percento ha sviluppato nuovi prodotti o servizi, contro il 13 percento delle non investitrici. Spinto da export e innovazione, anche il fatturato è aumentato nel 23 percento delle imprese che investono green, contro il 17 per cento delle altre.

Anche per questo, la Camera di commercio ha allo studio un pacchetto integrato di interventi e di politiche proprio a favore di imprese e professionisti della green economy.

Fonte: www.ravennaedintorni.it