.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > CSR, presentata alla CdC di Bari la I Edizione del Premio Gaetano Marzotto
CSR, presentata alla CdC di Bari la I Edizione del Premio Gaetano Marzotto

“I giovani devono avere coraggio, questo è il momento di investire su se stessi e di cogliere le opportunità. Alla Puglia non manca l’intraprendenza. E’ una regione hub dell’innovazione e della creatività nel Mezzogiorno d’Italia e non solo nei settori tradizionali. Il Premio Gaetano Marzotto è un’opportunità per costruire un futuro attraverso nuove idee e progettualità”.

Lo ha dichiarato Matteo Marzotto, presidente dell’Enit, lo scorso 9 giugno alla Camera di Commercio di Bari presentando il premio Gaetano Marzotto, ispirato alla figura di suo nonno, imprenditore di riferimento del ‘900, che ha saputo unire impresa e società, cultura e territorio.

“Il premio, alla sua prima edizione, avrà una durata decennale – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi - e contribuisce a creare una piattaforma dell’innovazione in Italia. Invita le imprese a segnare il cambiamento a promuovere uno sviluppo diverso anche grazie alla rete dell’associazionismo, uno sviluppo che non separi l’economia dal sociale, la ricchezza dal lavoro, il mercato dalla democrazia, gli strumenti dai fini, l’individuo dalla comunità”.

Un premio quindi per gli imprenditori di domani, che siano in grado di far convivere impresa e società, generando occupazione e benessere sociale. Bari è stata l’unica tappa di presentazione per il Sud Italia.

Il Concorso mette in palio complessivamente 400mila euro, così ripartiti:

- 250mila euro al miglior progetto imprenditoriale di prodotto o servizio con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, territoriali, culturali o ambientali. I settori di intervento preferibili sono i settori di riferimento del Made in Italy: moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica casa e arredamento;

- 100mila euro al miglior progetto imprenditoriale di servizio con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, territoriali, culturali o ambientali. I settori di intervento preferibili sono l’ambito dei servizi culturali, servizi alla persona, servizi sociali, servizi all’ambiente, terzo settore;

- 50mila euro all’idea imprenditoriale giovane sviluppata nell’area hi-tech con possibilità di sviluppo internazionale. Quest’ultimo prevede la partecipazione al programma speciale Mind the Bridge Gym. Quattro mesi in incubatore nella Silicon Valley con coaching e mentoring dedicato. Riservato a uomini e donne di età massima 35 anni.

La partecipazione alla competizione è gratuita. Possono partecipare persone fisiche, team di progetto, imprese start up ed imprese già avviate. Il termine ultimo per l’invio delle proposte è il 31 luglio 2011. Il modulo per accedere al bando si può scaricare a questo indirizzo.
 

Fonte: CdC Bari