.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Somministrazione: crisi, opportunità e Responsabilità Sociale d'Impresa
Somministrazione: crisi, opportunità e Responsabilità Sociale d'Impresa

La crisi investe pressoché tutti i settori, anche se quello del “food & beverage” continua a mostrare una certa dinamicità. I pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande ricoprono un ruolo importante per l’economia italiana e soprattutto per la promozione turistica. La ristorazione italiana, infatti, è il secondo motivo per cui un turista sceglie lo Stivale come meta e il primo per il quale decide di tornarvi.

Il settore comprende 290mila imprese in grado di dare lavoro a un milione di addetti e creare un fatturato complessivo di circa 70 miliardi di euro.

Per cogliere pienamente le opportunità di crescita del settore, tuttavia, occorre prestare una sempre maggiore attenzione alla Responsabilità Sociale di Impresa.

Di questo si è parlato nei giorni scorsi ad “Around Bar Roma Show”: l’evento, che quest’anno è alla sua prima edizione, si è svolto dal 13 al 16 novembre ed è stato organizzato presso la Fiera di Roma da Promo Siarco e Fiera di Roma e patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico, dall’Assessorato alle Attività produttive di Roma Capitale, da Unioncamere, dalla Camera di Commercio di Roma e con la partnership di Fipe-Confcommercio.

Obiettivo, fornire una “piazza” alle 290mila aziende del settore in cui discutere e affrontare i problemi della categoria come la gestione dell’impresa, l’accesso al credito, l’educazione e la sicurezza alimentare, il lavoro e la formazione.

Per Unioncamere, “il rafforzamento del comparto delle imprese che operano nei settori del beverage, del food e dell’intrattenimento legato al mondo del ristoro è un obiettivo condiviso da tutto il Sistema camerale e questa iniziativa è importante perché mira a creare contatti personalizzati e tarati sulle singole esigenze, permettendo alle imprese di valorizzare al meglio le potenzialità dei propri prodotti o servizi”.

“L’approccio ‘business to business’, in particolare – ha sottolineato Unioncamere - è la scelta più efficace per promuovere settori e territori in una prospettiva di crescente integrazione strategica del business”.
 

Fonte: TM News