.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > CSR > Certificazioni > ECOLABEL
ECOLABEL

 Il marchio è stato istituito nel 1992 con il Regolamento CE n. 880/92, poi revisionato dal Regolamento CE n. 1980/2000, sostituito dal Regolamento CE n. 66/2010 del 25 novembre 2009, in vigore dal 19 febbraio 2010.

 
Si tratta di uno strumento:
-          volontario: i produttori di beni e i fornitori di servizi, gli importatori, i venditori all’ingrosso e al dettaglio di prodotti e servizi che utilizzino il proprio marchio, possono richiedere l'Ecolabel, una volta verificato il rispetto dei criteri da parte dei prodotti;
-          selettivo: l'etichetta ecologica è un attestato di eccellenza, pertanto viene concessa solo a quei prodotti che hanno un ridotto impatto ambientale. Il rispetto dell’ambiente deve essere certificato attraverso una serie di criteri definiti per ogni categoria di prodotto, valutati sulla base di un’analisi della vita dei prodotti (LCA), sui costi di smaltimento, sugli imballi e sui consumi, secondo le procedure indicate nella norma ISO 14020, con l’obiettivo di favorire il miglioramento continuo della qualità ambientale dei prodotti/servizi
-          con diffusione a livello Europeo: la forza dell'Ecolabel Europeo è proprio la sua dimensione europea, il marchio può essere usato negli Stati Membri dell'Unione Europea così come in Norvegia, Islanda e Liechtenstein.
 
Il marchio attribuisce un vantaggio competitivo legato all'aumento di visibilità sul mercato e all'allargamento del target clienti. Il fiore garantisce ai prodotti la possibilità di avvalersi di un elemento distintivo, sinonimo di qualità ambientale e prestazionale, riconosciuto su tutto il territorio europeo e che può evidenziare il prodotto sul mercato e attirare il consumatore attento alla salvaguardia ambientale. Per il consumatore, infatti, è una garanzia, fornita dalla UE, delle qualità ecologiche e d'uso dei prodotti che va al di là del marchio del produttore e permette di fare scelte volte a minimizzare gli impatti ambientali negativi dei prodotti industriali. L'Ecolabel rientra tra gli strumenti preferiti per lo sviluppo di politiche di acquisto sostenibile, attuate sia nel settore pubblico che in quello privato.
 
Ad oggi sono oltre 25mila i prodotti e servizi certificato con il marchio Ecolabel.
 
 In Italia sono commercializzati le seguenti categorie di prodotti e servizi
 

Gruppi di prodotto
Gruppo di servizi
Abbigliamento sportivo
Servizi di campeggio
Ammendanti del suolo
 
Aspirapolvere
 
Servizi di ricettività turistica (alberghi , agriturismi, affittacamere
Calzature
 
Carta per copia e Carta Grafica
 
Computer portatili (2011)
 
Coperture dure
 
Detergenti multiuso e per servizi sanitari
 
Detersivi per bucato
 
Detersivi per lavastoviglie
 
Detersivi per piatti
 
Lavastoviglie  
 
Lavatrici
 
Lubrificanti
 
Materassi
 
PC
 
Pompe di calore
 
Prodotti tessili
 
Prodotti vernicianti per interni ed esterni
 
Saponi, balsami e shampoo per capelli
 
Sistemi di illuminazione
 
Substrati di coltivazione
 
Televisori
 
Tessuto-carta
 

 
  
ITER DI CERTIFICAZIONE per ECOLABEL
 
Per l’assegnazione del marchio ECOLABEL l’azienda deve inviare domanda e documentazione (ossia i certificati e le schede tecniche utili a stabilire che il prodotto rispetta i criteri stabili) al comitato preposto (in Italia Comitato Ecolabel-Ecoaudit), il quale si avvale dell’ISPRA (Istituito superiore per la Prevenzione e la Ricerca Ambientale) per la verifica tecnica e le prove di laboratorio. ISPRA ha 60 giorni di tempo per verificare la conformità del prodotto ai criteri Ecolabel di riferimento e comunicare il risultato al Comitato. In caso di esito positivo dell'istruttoria il Comitato, entro 30 giorni concede l'etichetta e informa la Commissione Europea. Il tempo massimo per ottenere il contratto d'uso del marchio è dunque 3 mesi dalla data di presentazione della domanda.
 
I costi per l’adesione sono fissati e comprendono una quota di istruttoria più un canone annuale di partecipazione, proporzionale al volume di vendita.
L’utilizzo del marchio ECOLABEL deve sottostare a un contratto ed è permesso per il solo prodotto richiedente, infatti è rilasciato per il prodotto e non per l’azienda. Sono previste delle agevolazioni particolare per chi richiede il marchio ECOLABEL per un prodotto di un’azienda già registrata EMAS.
 
 
SITI
 
ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) www.apat.gov.it