.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > CSR > Certificazioni > UNI 16001 - ISO50001
UNI 16001 - ISO50001
I sistemi di gestione dell’energia: dalla UNI CEI EN 16001:2009 alla nuova ISO50001:2011 
 
La norma UNI CEI EN 16001 “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso”, nata dal coordinamento di diversi standard nazionali esistenti sul tema della gestione dell’energia, è stata emanata in Inghilterra dal British Standards Institution (BSI) nel luglio del 2009 ed è stata recepita in Italia come UNI CEI EN 16001.
 
La norma europea è stata la base per arrivare, a giugno 2011, alla pubblicazione di una norma internazionale per la gestione dell’energia la ISO50001 (International Standard for Energy Management): standard globale di certificazione in grado di investire le attività produttive sia nel settore privato che pubblico, offrendo strategie nella gestione delle risorse che potrebbero portare ad un aumento dell’efficienza energetica, alla riduzione dei costi e ad un miglioramento delle prestazioni energetiche. La ISO500001 si può dunque considerare uno sviluppo della UNI CEI EN 16001 che verrà ritirata tra la fine del 2011 e gli inizi del 2012.
 
La ISO 50001 è frutto del lavoro congiunto di una molteplicità di paesi e di esperti in sistemi di gestione dell’energia.  Beneficia delle esperienze dei diversi schemi esistenti a livello mondiale per la riduzione degli impatti ambientali e sposa il risparmio come obiettivo principe, evidenziando come esso sia immediatamente collegato ad una gestione intelligente dell’energia. Si prevede che la norma influenzerà fino al 60% dei consumi energetici mondiali. Grazie alla centralità data alla gestione delle performance e al miglioramento continuo, la ISO 50001 contribuirà al miglioramento dell’efficienza energetica e alla riduzione degli sprechi.
 
Gli obiettivi della nuova norma sono:
-        aiutare le imprese a utilizzare più attentamente le risorse che consumano energia;
-        promuovere le migliori pratiche di gestione dell’energia e consolidare i comportamenti vantaggiosi in questo campo;
-       fornire assistenza nella valutazione e nel privilegiare la realizzazione di nuove tecnologie ad alto rendimento energetico;
-       fornire un quadro per favorire l’efficienza energetica lungo tutta la catena di approvvigionamento;
-       facilitare il miglioramento in materia di gestione dell’energia nel contesto dei progetti di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra;
-       permettere l’integrazione con altri sistemi di gestione quali quello ambientale, della salute e della sicurezza.
 
 Il Sistema di Gestione per l'Energia (SGE), proposto dalla norma UNI 160001 quindi dalla ISO500001, consente alle organizzazioni di sviluppare e implementare politiche che prendano in considerazione la problematica relativa al consumo energetico. La norma sollecita lo sviluppo di una politica energetica che consideri, tramite la comparazione e l’analisi dei consumi, informazioni utili per mettere in pratica piani di monitoraggio dell’efficienza energetica. La norma specifica i requisiti per creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia.
 
Il sistema di gestione secondo il formato Plan-Do-Check-Act assicura che la norma possa essere utilizzata da tutte le organizzazioni di qualsiasi dimensione e tipologia. La norma è applicabile ad ogni organizzazione che desideri dichiarare la conformità della propria politica energetica ad altri mediante auto valutazione o mediante certificazione di parte terza del proprio sistema di gestione dell’energia. EN 16001 sollecita lo sviluppo di una politica energetica, partendo dall’identificazione dei consumi energetici passati, presenti e futuri fino all’adozione di un piano di monitoraggio. Dalla comparazione e analisi dei consumi, si possono ottenere informazioni utili per mettere in atto piani di miglioramento dell’efficienza energetica, con conseguente riduzione dei costi per l’energia.
La EN 16001 non descrive nel dettaglio la modalità con cui le attività operative aziendali devono essere condotte, bensì identifica il quadro di riferimento (framework) che consente di avere un sistema di gestione energetico efficace. Inoltre, anziché suggerire una vasta gamma di soluzioni tecniche da adottare nelle aree di maggiore consumo, preferisce sollecitare un vero e proprio cambiamento delle abitudini individuali e collettive, al fine di integrare considerazioni di efficienza energetica nei processi decisionali quotidiani.
 
In pratica la norma EN 16001- ISO 50001 si applica alle organizzazioni che desiderano:

 
-          migliorare le proprie prestazioni energetiche in modo sistematico
-          organizzare, sviluppare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia
-          assicurarsi che questo sia conforme alle proprie politiche energetiche dichiarate
-          dimostrare tale conformità
-          ottenere la certificazione del proprio sistema di gestione dell’energia da parte di un’organizzazione terza
-          fare una auto-valutazione e una auto-dichiarazione di conformità alla norma
 
La norma inoltre stabilisce che l’alta direzione deve identificare la figura del Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (più comunemente noto come Energy Manager).
 
I requisiti dello standard possono essere allineati con quelli di altre norme ampiamente utilizzate per altri sistemi di gestione, come ISO 9001 e ISO 14001 in quanto l’approccio sistemico è uniforme e coerente. In particolare nasce e si sviluppo come “costola” della UNI EN ISO 14001 in quanto il consumo di risorse era già previsto come forma di indicatore da tenere sotto controllo per la valutazione delle performance ambientali. Entra naturalmente nel novero delle norme sistemiche connesse al Regolamento EMAS III (Regolamento (CE) n. 1221/2009) che contiene esplicita ed obbligatoria menzione al risparmio energetico
 
A differenza di una qualsiasi linea guida che fornisce un generico supporto per lo sviluppo di un sistema di gestione per l’energia, la norma EN 16001 garantisce la possibilità di un percorso di certificazione di conformità o di auto-dichiarazione, in totale analogia alla UNI EN ISO 9001 o UNI EN ISO 14001.
 
SITI