.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Ravenna, 29 febbraio-1° marzo: REM - Renewable Energy Mediterranean Conference & Exhibition
Ravenna, 29 febbraio-1° marzo: REM - Renewable Energy Mediterranean Conference & Exhibition

Il tema dell’energia a 360 gradi è sicuramente di grande attualità e vuole stimolare il dibattito sui contributi che l’industria del settore energetico (minerario e non) può offrire per contribuire al conseguimento dell’ambizioso traguardo del 2020 posto dalla Unione Europea: 20% di riduzione emissioni gas di serra, 20% la percentuale di rinnovabili nell’energy mix, 20% di aumento di efficienza energetica.

Ovviamente gli obiettivi sono diversi da Stato a Stato in funzione al diverso livello di utilizzo e sfruttamento del solare, del vento, idroelettrico, geotermico e di altre fonti cosiddette rinnovabili costanti. Tuttavia un approccio comunitario allo sfruttamento di queste risorse potrà sicuramente accelerare lo sviluppo di tutte le tecnologie correlate riducendone sensibilmente i costi.

La due giorni di lavori di Ravenna - Renewable Energy Mediterranean Conference & Exhibition - in programma il 29 febbraio e il 1° marzo, chiama in causa l’industria energetica (mineraria e non) con particolare riferimento alle strategie da mettere in campo per contribuire al conseguimento dell’obiettivo:
• il ruolo del gas, unico tra i combustibili fossili a contribuire alla riduzione delle emissioni;
• il potenziale dell’eolico: vento, correnti, onde e maree rappresentano una risorsa abbondante, rinnovabile e pulita;
• il potenziale di CPS e fotovoltaico, tecnologia oggi dominante anche se con molto spazio di ottimizzazione, specie in termini di riduzione di costi e maggiore efficienza;
• il contributo di geotermia che propone un’energia economica, affidabile e sostenibile e che dopo decenni di stasi sta avendo un momento di rilancio;
• i biofuels che, grazie alle nuove tecnologie, stanno diventando sempre più protagonisti nel futuro dell’energia verde con enormi prospettive di contribuire nei prossimi 10 anni a soddisfarne i consumi.

Per maggiori informazioni clicca qui
 

Fonte: CdC Ravenna