.:: Portale della responsabilità sociale di impresa1 ::.



Home > CSR > Comunicazione > In evidenza > Prato, 19 marzo: Seminario "Materiali ecosostenibili come opportunità di innovazione di prodotto"
Prato, 19 marzo: Seminario "Materiali ecosostenibili come opportunità di innovazione di prodotto"

La Camera di Commercio di Prato, nell'ambito del programma di interventi a sostegno della responsabilità sociale d'impresa, organizza un apposito incontro per approfondire il tema dei materiali ambientalmente sostenibili, già introdotto nel corso del seminario sull'ecodesign del 29 gennaio u.s., focalizzando l'attenzione sugli aspetti legati all'innovazione. La scelta dei materiali per lo sviluppo di un nuovo prodotto rappresenta infatti un elemento essenziale per caratterizzare l'innovatività e l'originalità del prodotto stesso. Il seminario si terrà martedì 19 marzo, a partire dalle ore 14:30, presso lo Spazio Eventi della Camera di Commercio di Prato in Via Rinaldesca 13 (Prato).

La crescente attenzione alle tematiche ambientali sia da parte dei legislatori (nazionali e comunitari) che da parte dei consumatori sta indirizzando sempre di più le aziende verso l'utilizzo di materiali a ridotto impatto ambientale. L'obiettivo dell'incontro, organizzato in collaborazione con Matrec - EcoMaterials library, è pertanto quello di far conoscere ad imprenditori e professionisti interessati quali sono questi materiali, che caratteristiche hanno, dove è possibile reperirli e come tutto questo può tradursi in una reale opportunità per le aziende.

L'iniziativa mira altresì a illustrare scenari e tendenze di mercato, anche attraverso la presentazione di casi di studio e di soluzioni realmente percorribili per le imprese.

La partecipazione al seminario è libera e gratuita. Per esigenze organizzative, è necessario registrarsi compilando il modulo sottostante oppure inviando un fax contenente l'indicazione del nominativo, della qualifica e dell'ente/azienda di appartenenza al numero 0574 31440.

Per maggiori informazioni clicca qui

Fonte: Camera di commercio di Prato