Cerca

Albergotti Tommaso

LOGO
Forma Giuridica
Impresa individuale
Camera di Commercio
CCIAA Arezzo, Siena
Settore
Agricoltura
Sito web
http://www.villaalbergotti.com/
Email Impresa
ilpoderaccio@interfree.it

Sede

Indirizzo
località Ceciliano n. 78
Cap
52100
Comune
Arezzo
Provincia
Arezzo

Informazioni storiche

Attività Storica
Agricoltura e viticoltura, coltivazione seminativi e cereali
Cap Sede Storica
52100
Comune Sede Storica
Arezzo
Provincia Sede Storica
Arezzo
Data dichiarata avvio attività
1811
Descrizione Attività storica

Agricoltura e viticoltura, coltivazione seminativi e cereali.

Profilo storico

Nel 1627 Francesco Albergotti acquistava dalla famiglia fiorentina dei Panzani una casa di campagna con terreni agricoli circostanti in località Poderaccio, in provincia di Arezzo. L'edificio principale aveva la forma tipica della fattoria di epoca medicea a pianta quadrata, con la piccionaia sul tetto e le fosse per il grano a piano terra. Sempre nel XVII secolo la struttura della casa venne arricchita attraverso l'aggiunta di una cappella nella parte destra dell'attuale facciata e il piccolo campanile a vela sul tetto. Nel Settecento venne poi aggiunta un'intera ala, modificando in questo modo anche la struttura degli accessi. Gli ultimi importanti interventi risalgono all'inizio del Novecento con la costruzione della terrazza coperta e la demolizione della piccionaia ormai pericolante. Quanto all'azienda agricola, il modello di conduzione seguì il sistema della mezzadria. Nel corso del tempo ai terreni iniziali se ne aggiunsero altri. La documentazione di inizio '800, così come era stato nel passato e sarebbe stato nel futuro, indica come le maggiori produzioni fossero quelle di grano, mais, legumi (fave, ceci, vecce, etc.), lino e lana, formaggio, uva e olio. Quest'ultimi due prodotti rappresentavano i generi di punta, tanto che sui 60 ettari di proprietà, 18 sono ancora coperti di vigneti (da cui si ottiene il Chianti DOCG) e 2 da olivi, che danno il classico olio extra vergine toscano. Nel 1984 venne avviata una prima attività di agriturismo, potenziata dieci anni più tardi quando la villa e i casali vicini furono sottoposti a un grande restauro conservativo per riparare i danni dell'ultima guerra e del tempo. L'impresa è sempre rimasta di proprietà della famiglia nobile degli Albergotti. Negli ultimi due secoli si sono alternati Tommaso, morto nel 1856, il figlio Enrico e poi dal 1912 ancora Tommaso. A quest'ultimo successe il figlio Enrico che tra il 1960 e il 1965 trasformò l'azienda da mezzadrile a diretto-coltivatrice. Nel 1998 Enrico Albergotti diede in affitto la tenuta al figlio Tommaso, che ne è a tutt'oggi il titolare.

Immagini

Cartolina raffigurante la villa dopo il restauro, al centro il barone Tommaso Albergotti (1923)
Una famiglia di coloni nei campi del Poderaccio (1904)
Fattore con alcuni coloni del podere di Stoppiello, presso Ceciliano (fine dell'Ottocento)