Cerca

Novità legislative

lex

Aggiornamenti sulla legislazione e sulla giurisprudenza dell’Unione Europea sulle tematiche di maggiore interesse per le Camere di Commercio:

20/07/2022: Aiuti di Stato per sostenere le imprese italiane nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 700 milioni di euro per sostenere le imprese nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina. La misura sarà aperta alle piccole e medie imprese (PMI) e alle entità con meno di 1.500 dipendenti (Midcaps) attive in tutti i settori, ad eccezione della produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca, dell'acquacoltura, del settore bancario e finanziario, colpiti dall'attuale crisi geopolitica e dalle relative sanzioni. importi di aiuto sotto forma di sovvenzioni dirette. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.103464 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza.

20/07/2022: Aiuti di Stato per sostenere le imprese italiane nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina

La Commissione europea ha approvato un regime di garanzie sui prestiti italiano da 10 miliardi di euro per sostenere le imprese di tutti i settori nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina. La misura sarà aperta a imprese di tutte le dimensioni e di tutti i settori attivi in Italia, ad eccezione del settore finanziario. Nell'ambito dello schema, i beneficiari avranno diritto a ricevere (i) nuovi prestiti, (ii) leasing finanziari e (iii) prodotti di factoring pro solvendo. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.103286 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza. 

20/07/2022: Aiuti di Stato: La Commissione modifica il Quadro di riferimento temporaneo per le crisi

La Commissione europea ha adottato oggi una modifica al Quadro di riferimento temporaneo per gli aiuti di Stato in caso di crisi, inizialmente adottato il 23 marzo 2022 per sostenere l'economia nel contesto dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. La modifica integra il Pacchetto di preparazione all'inverno, anch'esso adottato oggi. In particolare, la modifica odierna estende il Quadro temporaneo di crisi prevedendo (i) misure che accelerano la diffusione delle energie rinnovabili e (ii) misure che facilitano la decarbonizzazione dei processi industriali, in linea con il Piano REPowerEU.

Per maggiori informazioni clicca qui

19/07/2022: Politica di coesione dell'UE: nuovi fondi per l'Italia

Grazie all'adozione dell'Accordo di partenariato sulla politica di coesione tra la Commissione e l'Italia, quest'ultima riceverà dall'UE 42,7 miliardi di euro nel periodo 2021-2027 per promuovere la coesione economica, sociale e territoriale, con particolare attenzione alle regioni meridionali. Oltre 30 miliardi di euro del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e del Fondo sociale europeo Plus (FSE+), infatti, saranno destinati alle regioni meno sviluppate del Sud Italia, per sostenere la crescita sostenibile, l'occupazione e la modernizzazione, riducendo al contempo le disparità regionali.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui

18/07/2022: Aiuti di Stato nella catena di valore della tecnologia dell'idrogeno

La Commissione ha approvato, in base alle norme UE sugli aiuti di Stato, un importante progetto di interesse comune europeo ("IPCEI") per sostenere la ricerca e l'innovazione e la prima applicazione industriale nella catena di valore della tecnologia dell'idrogeno. Il progetto, denominato "IPCEI Hy2Tech", è stato preparato e notificato congiuntamente da quindici Stati membri, compresa l'Italia. Gli Stati membri forniranno fino a 5,4 miliardi di euro di finanziamenti pubblici, che dovrebbero sbloccare ulteriori 8,8 miliardi di euro di investimenti privati. Nell'ambito di questo IPCEI, 35 aziende con attività in uno o più Stati membri, tra cui piccole e medie imprese ("PMI") e start-up, parteciperanno a 41 progetti. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.64644 (Italia), nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza.

15/07/2022: Aiuti di Stato per il settore dell'autotrasporto

La Commissione europea ha approvato un regime di aiuti italiano di 526,5 milioni di euro per sostenere il settore dell'autotrasporto nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina. L'obiettivo del regime è quello di fornire un sostegno di liquidità agli operatori del trasporto su strada colpiti dall'aumento del prezzo del gasolio causato dall'attuale crisi geopolitica e dalle relative sanzioni. La misura mira a mitigare il rischio di insolvenza per queste imprese, garantendo al contempo la continuità della circolazione delle merci su strada. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.103480 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza.

14/07/2022: nuono accordo politico sul Decennio Digitale

Il Parlamento europeo e il Consiglio dell'UE hanno raggiunto un nuovo accordo sul programma politico 2030: Percorso verso il Decennio digitale. Il programma istituisce un meccanismo di monitoraggio e cooperazione per raggiungere gli obiettivi e i traguardi comuni per la trasformazione digitale dell'Europa definiti nella Bussola digitale 2030. Ciò riguarda l'area delle competenze e delle infrastrutture, compresa la connettività, la digitalizzazione delle imprese e i servizi pubblici online, nonché il rispetto dei diritti e dei principi digitali dell'UE nel raggiungimento degli obiettivi generali. 

Per maggiori informazioni clicca qui 

13/07/2022: NextGenerationEU: 8 miliardi di euro per l'undicesima operazione dall'inizio del programma

La Commissione europea ha emesso ieri 8 miliardi di euro in un'operazione a due tranche nell'ambito dello strumento di recupero NextGenerationEU. Si tratta dell'undicesima operazione sindacata nell'ambito di NextGenerationEU e della sesta nel 2022. 5 miliardi di euro di obbligazioni a 7 anni con scadenza 4 dicembre 2029 e un supplemento di 3 miliardi di euro di un'obbligazione esistente a 20 anni con scadenza 4 luglio 2041. L'UE ha continuato ad attrarre una forte domanda da parte degli investitori nonostante un contesto di mercato più difficile. Il Piano di investimenti per l'Europa ha finora mobilitato 546,5 miliardi di euro di investimenti, a beneficio di oltre 1,4 milioni di piccole e medie imprese.  

Per ulteriori informazioni clicca qui

08/07/2022: Aiuti di Stato per la distribuzione dei giornali

La Commissione europea ha approvato un regime di aiuti italiano di 60 milioni di euro a sostegno della distribuzione dei giornali. Il regime mira a garantire la disponibilità di quotidiani e periodici in Italia, in particolare nei piccoli comuni dove la distribuzione della carta stampata è più onerosa e lunga per gli editori. In base al regime, gli editori di quotidiani e periodici avranno diritto a un credito d'imposta che coprirà fino al 30% dei costi di distribuzione sostenuti nel 2020. Il regime sarà applicato esclusivamente per l'anno fiscale 2021. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.101274 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza. 

07/07/2022: Aiuti di Stato a sostegno delle imprese colpite dalla pandemia di coronavirus

La Commissione europea ha approvato un regime italiano di 104 milioni di euro a sostegno delle imprese colpite dalla pandemia di coronavirus.La misura è aperta a imprese di tutte le dimensioni operanti in determinati settori, come il turismo, la ristorazione e le attività ricreative. In base al regime, l'aiuto assume la forma di un'esenzione dal pagamento di alcuni contributi supplementari dovuti per il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2022. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.103122 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza.

07/07/2022: Aiuti di Stato per sostenere gli investimenti in pannelli fotovoltaici nel settore agricolo

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 1,2 miliardi di euro messo a disposizione attraverso lo strumento di ripresa e resilienza per sostenere gli investimenti in pannelli fotovoltaici nel settore agricolo, contribuendo anche al raggiungimento degli obiettivi strategici dell'UE relativi al Green Deal. Il regime, che durerà fino al 30 giugno 2026, mira infatti a sostenere le imprese agricole, di allevamento e agroindustriali a investire nell'uso di energie rinnovabili. Questo migliorerà la competitività del settore e avrà effetti positivi sul clima. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.102460 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della Commissione dedicato alla concorrenza, una volta risolte le questioni di riservatezza.

06/07/2022: Via libera all'inclusione del gas fossile e dell'energia nucleare nella tassonomia dell'UE

Il Parlamento ha votato l'atto delegato complementare sulla mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, che riguarda alcune attività nel settore del gas e del nucleare. Il gas e il nucleare saranno ora inclusi nella tassonomia come attività transitorie in un numero limitato di circostanze e a condizioni rigorose. L'inclusione delle attività di transizione del gas e del nucleare è una piccola parte, anche se necessaria, dell'intera tassonomia dell'UE, che è incentrata sulle energie rinnovabili. Le energie rinnovabili continueranno a essere al centro dell'attenzione degli investitori verdi e della creazione di prodotti finanziari verdi. L'Atto delegato complementare entrerà in vigore il 1° gennaio 2023.

Per maggiori informazioni clicca qui

06/07/2022: Antitrust: ispezioni a sorpresa nel settore delle consegne di cibo online  

La Commissione europea ha effettuato ispezioni senza preavviso presso le sedi di aziende che operano nel settore degli ordini e delle consegne online di cibo, generi alimentari e altri beni di consumo in due Stati membri, nel timore che le aziende interessate possano aver violato l'articolo 101 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, che vieta i cartelli e le pratiche commerciali restrittive. L'indagine riguarda un presunto accordo o pratica concordata per la ripartizione dei mercati nazionali per l'ordinazione e la consegna online di prodotti alimentari e altri beni di consumo nell'Unione europea. Ulteriori informazioni sul programma di clemenza e sullo strumento di denuncia della Commissione sono disponibili sul sito web della DG Concorrenza.